BEST CLASSICS

Nomadi – Io Vagabondo

today25 Luglio 2019 3

Sfondo
share close

Io un giorno crescerò,
E nel cielo della vita volerò,
Ma un bimbo che ne sa, 
Sempre azzurra non può essere l’età,
Poi una notte di settembre mi svegliai
Il vento sulla pelle, 
Sul mio corpo il chiarore delle stelle
Chissà dov’era casa mia 
E quel bambino che giocava in un cortile:

Io vagabondo che son io, 
Vagabondo che non sono altro, 
Soldi in tasca non ne ho ma la su mi è 
Rimasto Dio.

Si la strada è ancora là, 
Un deserto mi sembrava la città,
Ma un bimbo che ne sa, 
Sempre azzurra non può essere l’età,
Poi una notte di settembre me ne andai,
Il fuoco di un camino 
Non è caldo come il sole del mattino 
Chissà dov’era casa mia 
E quel bambino che giocava in un cortile:

Io vagabondo che son io, 
Vagabondo che non sono altro, 
Soldi in tasca non ne ho ma la su mi è 
Rimasto Dio, Io vagabondo che son io, 
Vagabondo che non sono altro, 
Soldi in tasca non ne ho ma la su mi è 
Rimasto Dio

Scritto da: Andrea Secci

Rate it

Articolo precedente

BEST CLASSICS

Icona Pop – All Night

We always dreamed about this better life, this better lifeWe always thought we'd come in all along, yeah all alongWe got the kiss, and walked through paradise, yeah paradiseNow let's go walking hand in hand Come on baby we can hit the lightsMake the rooms go rightWe can smash the floor, make the pop go rawWith a love this deep, we don't need no sleepAnd it feels like we could […]

today25 Luglio 2019 3


0%