BEST CLASSICS

Marco Masini – L’uomo volante

today10 Dicembre 2018

Sfondo
share close

Se ti avessi lo sai
Capirei la mia vita scoprendo dentro di me
Con il senno di poi
Che ogni scelta sbagliata mi conduceva da te
Così mi immagino già il tuo sorriso
E vedo accendersi noi…
Allo stadio in un bar in un gesto affettuoso
Che non ci capita mai
Vorrei regalarti un cielo d’agosto
Che fa da cornice a una stella che va
Un sole nascosto che nasce da dentro
E disegna il confine della tua libertà
Quel suono leggero di un nome importante
Le ali di un uomo volante
Per non nasconderti mai… dietro ai rimproveri miei…
E se tu fossi qui avrei anche il coraggio
D’innamorarmi di lei
Per parlarti così come infatti già faccio
Anche se non mi ascolterai
Però saresti il mio unico orgoglio
La rondine che torna da sè…
Vorrei regalarti un mondo diverso
Che ha fatto la pace con la sua crudeltà Quel giusto rimorso che nasce sbagliando
E conferma la forza di ogni fragilità
L’anarchico istinto di un cuore migrante
Le ali di un uomo volante
Per arrivare più su… (e cercare la tua margherita)
Di questa piccola vita
Dove più vero sei tu… (evitando ogni strada sbagliata)
Io vorrei regalarti l’infinito che dà
Quel tenero abbraccio di un padre sognante
Che come un uomo volante
Anche se tu non verrai
Saprà nel cuore chi sei
Io questo spero e vorrei

https://www.youtube.com/watch?v=nlr3bjh6ksA

Scritto da: Andrea Secci

Rate it

Articolo precedente

BEST CLASSICS

Moby – Run On

Lord God Almighty let me tell the news my head got wet in midnight dew great God i been down on my bended knees talking to a man from galilee michael spoke and he sound so sweet i thought i heard the shuffle of angels' feet He put one hand upon my head great God Almighty let me tell you what He said {bridge:} go tell that lonesome liar go […]

today10 Dicembre 2018


0%