Tendenze

I Negramaro, i The Jackal e La Rappresentante di Lista ballano la LIS

today17 Marzo 2022

Sfondo
share close

Tantissimi artisti italiani hanno deciso di partecipare attivamente a “The Sign Dance”, il progetto nato per avvicinare tutti alla Lingua dei Segni Italiana

Per cambiare la società bisogna agire. O meglio, ballare. È quello che hanno fatto i The Jackal, i NegramaroLa Rappresentante di ListaTommy KutiBiagio AntonacciNormalize Normal Homes e che si stanno preparando a fare numerosi altri protagonisti della scena musicale e social italiana.

Attivo già da qualche settimana, “The Sign Dance” è il progetto rivoluzionario nato per scoprire la LIS che sta spopolando sui social network. La premessa è semplice: la Lingua dei Segni Italiana, resa ufficiale il 19 maggio 2021, è ancora poco conosciuta nel nostro Paese.

Come farla diventare una lingua d’uso quotidiano e per tutti? Attraverso TikTok, dove i segni e le espressioni del volto (elementi tipici della LIS) sono usati da migliaia di persone per ballare a tempo di musica. Da qui il progetto, il primo che trasforma le coreografie in uno strumento divertente e immediato per avvicinare le persone alla Lingua dei Segni Italiana. Con un obiettivo chiaro: mettere a disposizione delle persone udenti una serie di espressioni in Lingua dei Segni Italiana, utili da imparare e utilizzare nella quotidianità. Il tutto, attraverso un approccio innovativo, che sfrutta alcune frasi delle hit musicali più famose e le “coreografa” con le loro traduzioni in LIS, dimostrando che per avere un primo contatto con la lingua dei segni basta ballare.

Lanciato meno di un mese fa, a febbraio 2022, il progetto ha già raggiunto importanti risultati grazie alla pubblicazione e ricondivisione dei contenuti da parte di numerosi artisti della scena musicale italiana, che hanno apprezzato il progetto e ripostato sui loro canali social i balletti in LIS dei loro pezzi più famosi, non solo su TikTok – che rimane comunque il social network di riferimento del progetto – ma anche su Instagram, rivelatosi fondamentale nella strategia di comunicazione per una reach dell’audience più completa.

Un progetto che intercetta un trend e lo trasforma in un messaggio positivo” ricorda Giulia Ricciardi, direttrice creativa dell’agenzia DLVBBDO sul progetto, “che permette di imparare divertendosi e includendo sempre più persone”.

Il tutto, senza dimenticare la collaborazione di creators sordi e la supervisione ​di Carlo di Biase e Nicola Della Maggiora, professionisti sordi della LIS e associati dell’Ente Nazionale Sordi, che hanno dato grande rilevanza al progetto e hanno permesso di comunicare con un pubblico ancora più ampio e vario.

Il segno del cambiamento è qui!

Scritto da: Andrea Secci

Rate it

Articolo precedente

Tecnologia

Usa: stretta Netlflix, pensa pagamento per account condivisi

Nei prossimi giorni sperimentazione a 2 dollari in Sudamerica Milioni di persone potrebbero presto vedersi costrette a pagare per l'account Netflix che condividono con amici e parenti. Il gigante Usa dello streaming fino a oggi ha avuto un approccio assai permissivo verso quegli utenti che hanno condiviso le loro password anche con persone che non vivono sotto lo stesso tetto, ma dopo aver constatato un calo delle sue entrate, complice […]

today17 Marzo 2022


0%