Notizie di Musica

Francesco Gabbani e il suo disco dell’estate

today20 Giugno 2014

Sfondo
share close

Il suo nome è Francesco, Franesco Gabbani è quest’estate sentirete parlare spesso di lui.

Il Cantautore apuano classe 1982, chei di palchi ne ha calcati tanti ha appena tirato fuori il singolo dell’estate “I dischi non si suonano” un inno ai musicisti, un attacco ai dj 2.0 che si spacciano come coloro che durante una serata, suonano! Martedì scorso è stato nostro ospite durante lo #spritzparty andato in onda dal Sottobordo del Porto Mirabello di La Spezia.
Figlio d’arte (suo padre Sergio è batterista), fin da bambino è a contatto con la musica e a soli 18 anni firma il primo contratto con la band Trikobalto che nel primo decennio degli anni Duemila lo porterà ad esibirsi insieme a Matteo Zarcone in importanti location del rock come l’Heineken Jammin Festival e ad aprire due date italiane degli Oasis e degli Stereophonics.

Nel 2010 intraprende la carriera solista e pubblica vari singoli, tra i quali Maledetto amore, colonna sonora del film L’amore fa male di Mirca Viola. A proposito della sua musica Francesco afferma: “Il mio modo di scrivere e la mia musica nascono dall’esigenza di esprimere tutto ciò che segna la mia esistenza, sia in positivo sia in negativo, senza limitazioni alcune“.

Il 27 maggio è stato pubblicato l’album di debutto da solista di Gabbani, Greitist Iz, contenente il singolo I dischi non si suonano, un brano che sfrutta, in modo ironico, il fraintendimento etico e lessicale del deejay di ultima generazione che, appena approcciato al mondo della musica, sostiene di “suonare i dischi” quando invece schiaccia sostanzialmente il tasto play di un “controller”, il cui software sincronizza in automatico i brani scelti.

Una riflessione sulla superficialità che porta le nuove generazioni di deejay ad attribuirsi tale ruolo pur, di fatto, non conoscendo per nulla, o quasi, il mondo del “deejaying” e tutto ciò che si cela dietro ad esso: uno spaccato della società odierna che “appare” invece di “essere”.

Special guest, nel video, uno dei deejay e produttori più famosi di sempre, colui che ha fatto dell’house music uno stile di vita: Joe T Vannelli.

 

 

Scritto da: Andrea Secci

Rate it

Articolo precedente

Notizie di Musica

Musica, torna il Kappa FuturFestival

Il 5 e il 6 luglio parco Dora torna a riempirsi dei suoni dell'elettronica per il terzo Kappa FuturFestival, l'evento dance targato Movement Entertainment che richiama a Torino decine di migliaia di giovani per 24 ore di divertimento. Fra le colonne delle ex ferriere Teksid, suggestivo monumento all'archeologia industriale torinese, per la prima volta saranno tre i palchi ad accogliere 35 artisti, con diversi nomi di primo piano a livello […]

today19 Giugno 2014

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


0%