Tecnologia

Apple, i messaggi di emergenza via satellite anche in Italia

today8 Marzo 2023 44

Sfondo
share close

Da fine mese funzione gratuita per due anni sugli iPhone 14

In occasione del lancio della colorazione gialla per gli iPhone 14 e 14 Plus, Apple ha confermato l’arrivo, anche in Italia, della funzione di messaggistica di emergenza satellitare.

I possessori di un qualsiasi modello di iPhone 14 potranno usare gratis, per due anni, l’opzione di “sos emergenze satellitare”, che permette, anche in assenza di rete cellulare, di inviare un messaggio ai servizi di emergenza locale tramite i satelliti.

Come già spiegato in fase di lancio lo scorso autunno, quando si utilizza la messaggistica di emergenza, l’iPhone guida l’utente verso il migliore posizionamento dello smartphone in direzione dei satelliti. Nonostante ciò, in condizioni reali, la comunicazione può richiedere anche un minuto per essere correttamente inviata e recepita dagli organi addetti. Al termine dei due anni inclusi dal momento dell’attivazione, il servizio sarà a pagamento, anche se Apple non ha ancora comunicato i costi.

L’azienda ricorda anche un’altra comoda funzionalità abilitata dalla connessione satellitare degli iPhone 14: “Se l’utente vuole rassicurare familiari e amici e far sapere loro dove si trova quando non c’è campo, può aprire l’app ‘Dov’è’ e condividere la propria posizione via satellite.

Questo servizio, che ha già aiutato molte persone in situazioni di emergenza negli Stati Uniti, in Canada, Francia, Germania, Irlanda e nel Regno Unito, verrà introdotto entro la fine del mese anche in Austria, Belgio, Italia, Lussemburgo, Paesi Bassi e Portogallo”. Per poter inoltrare i messaggi di testo ai servizi di emergenza locali e aiutare i soccorritori a raggiungere chi ne ha bisogno, quando si utilizza ”sos emergenze” tramite satellite, la posizione verrà inviata a Apple e ai relativi partner. In tal caso, le posizioni condivise via satellite nell’app Dov’è vengono protette tramite crittografia end‑to‑end e non possono essere lette dall’azienda.

Scritto da: Andrea Secci

Rate it

0%