Google, da ottobre chiude Hangouts in favore di Chat

A luglio le prime notifiche poi dismissione completa

A partire da oggi, Google invierà messaggi a chi usa l’app Hangouts su dispositivi mobili per ricordare di passare a Google Chat entro ottobre.

Tra qualche mese infatti, la società chiuderà il servizio di messaggistica lanciato nel 2016.

“Abbiamo grandi ambizioni per il futuro di Chat, nel corso dei mesi ci saranno sempre più novità” spiega l’azienda.

Non è il primo prodotto che viene chiuso senza un largo preavviso da parte del colosso americano. Prima di Hangouts era toccato al social network Plus, uno dei tanti finito in un sito, Killed by Google, creato apposta per tenere traccia dei progetti terminati negli anni, ad oggi centinaia, compresi i servizi più tecnici per gli sviluppatori web. Google osserva che, sebbene incoraggi tutti a passare a Chat, Hangouts in versione web continuerà a essere disponibile fino alla fine dell’anno. Gli utenti vedranno un avviso almeno un mese prima del reindirizzamento della versione via browser a Google Chat.

Big G afferma che il passaggio alla nuova app offrirà un modo migliore per le persone di connettersi e collaborare con gli altri. Al suo interno, è possibile modificare documenti, presentazioni e fogli di calcolo. Chat consentirà inoltre di accedere a Spaces, un luogo dedicato alla collaborazione basata su argomenti. L’annuncio arriva dopo che Google aveva dichiarato nell’ottobre del 2020 che avrebbe consentito a tutti di migrare da Hangouts a Chat gratuitamente. Quest’ultimo doveva essere un servizio di messaggistica simile a Slack per utenti aziendali, ma da allora è stato esteso a chiunque proprio in vista della dismissione della piattaforma precedente.