GT7, vince Carl Johan Sörman e cala il tris

Ore otto in punto, partenza del “Gt7”, la manifestazione ormai entrata nella tradizione carrarese come uno degli eventi più attesi d’inizio estate. Trentacinque chilometri di camminata o di corsa, per 2.200 metri di dislivello: un’impresa per molti, ma non per tutti, dove la sfida con se stessi diventa il cuore stesso del Grande Trekking carrarese. Grazie al service organizzato da Extrapalco, i primi arrivati (prima delle sette) hanno potuto assistere a una sorta di training motivazionale, grazie allo speaker Giorgio Malacarni e alla playlist di Radio Nostalgia, da sempre vicina alla kermesse. Presenti fin dalle prima luci dell’alba, anche gli organizzatori Andrea Maccari (già operativo e in grado di mandare messaggi fin dalle 4 del mattino), Eleonora Aliboni e Rixi Rossano. «Un piacere rivedere tanta gente senza mascherine – ha commentato il sindaco Francesco De Pasquale, che anche quest’anno ha voluto essere presente alla camminata –. Dobbiamo goderci questo momento, ne abbiamo bisogno tutti, dopo due anni di restrizioni». Alla domanda se arriverà sul Sagro, ha risposto: «C’è un limite a tutto. Facendo il sindaco, non ho avuto molte occasioni per allenarmi, ma magari per il prossimo anno potrei prepararmi e farci un pensiero». Tra gli atleti “estremi”, c’è stato anche chi, per complicarsi ulteriormente il tragitto, ha letteralmente portato in spalla una ruota di camion, simbolo di Carrara e del duro lavoro legato alle montagne. La partenza, sia per la camminata non competitiva, che per la vera e propria gara, è stata scandita dalle raccomandazioni degli organizzatori, ricordando la natura ecologica e plastic-free del progetto: «Chi venisse sorpreso a gettare nei boschi anche solo un fazzolettino di carta o una bustina di integratori, sarà immediatamente squalificato», hanno spiegato pochi minuti prima dello start. Poi c’è stata la partenza, controllata a vista dalle molte figure legate alla sicurezza, che hanno accompagnato i temerari lungo tutto il tragitto, tra medici, infermieri, auto d’emergenza e defibrillatori.

L’ARRIVO: I RISULTATI

La manifestazione sportiva del GT7 si è conclusa in tarda mattinata con atleti di calibro internazionale che hanno completato il percorso dal mare alla vetta in tempi di assoluta eccellenza. Ecco i primi classificati e i relativi tempi di percorrenza. Assoluti femminili: prima la numero 120 Olga Lepyonkhina 4 ore 47 minuti; seconda la numero 4 Jessica Perna in 4 ore 49 minuti; terza la numero 5 Sara Tognini in 4 ore 57 minuti. Assoluti maschili: il numero uno Carl Johan Sörman in 3 ore 43 minuti; secondo il numero 148 Luca Lombardi in 5 ore e 5 minuti; terzo il numero 151 Marcello Villani in 4 ore e 14 minuti.

fonte: IL TIRRENO video: GIULIO BELLETTINI per RADIO NOSTALGIA