Carenza di medici per l’Associazione Tumori Toscana

L’appello del Presidente Spinelli

L’Associazione Tumori Toscana lancia un appello per reclutare nuovi medici. Nata nel 1999 per curare a domicilio i malati di tumore, ogni giorno segue oltre 300 pazienti ed è attiva su Firenze, Prato e Pistoia. 

“La mancanza di personale medico è largamente diffusa in molti ambiti della medicina – spiega Giuseppe Spinelli, Presidente ATT – e anche nella nostra Associazione mancano i medici. Figure essenziali, soprattutto in questo momento di emergenza sanitaria in cui è emerso il ruolo fondamentale delle cure domiciliari. Dall’inizio della pandemia, infatti, abbiamo registrato un aumento del 20% delle attivazioni e anche le prestazioni sanitarie erogate a domicilio dei pazienti sono praticamente raddoppiate. Stiamo cercando perciò nuovi medici per far fronte alla carenza di organico e garantire risposte immediate e concrete a tutti i pazienti che hanno bisogno di essere curati a domicilio”.

“Essere un medico dell’ATT – continua Spinelli – significa svolgere un lavoro duro, impegnativo ma anche di grande soddisfazione dove alla base c’è il rapporto umano fra operatori e pazienti.  

I professionisti che collaborano con l’ATT sono il nostro vero punto di forza e il nostro intento è quello di individuare e valorizzare le giuste competenze, puntando anche sulla continua formazione”.

“Spero – conclude il Presidente Spinelli- che in molti rispondano al nostro appello perché la pandemia ha complicato la situazione già difficile dei malati di tumore e il nostro obiettivo è quello di garantire a loro e ai familiari la migliore qualità di vita possibile e di non farli sentire mai soli”.

Chi fosse interessato può inviare la propria candidatura allegando il curriculum vitae all’indirizzo giulio.ravoni@associazionetumoritoscana.it