Troppe richieste, Microsoft ferma prova gratuita Windows 365

“Abbiamo riscontrato un’incredibile risposta a Windows365 e per questo c’è bisogno di sospendere il programma di prova gratuito per aumentare la capacità del servizio”. Sono le parole che Scott Manchester, diretto del programma Windows 365 di Microsoft, ha espresso per comunicare la chiusura, almeno per il momento, del ‘free trial’ della piattaforma.

I server al lavoro per il colosso di Redmond non sarebbero attualmente in grado di reggere un ulteriore carico di utenti connessi al software in cloud presentato solo qualche giorno fa.

Con Windows 365 è possibile accedere ad un vero e proprio PC dotato di Windows 10 (che si aggiornerà poi a Windows 11) utilizzando qualsiasi dispositivo, anche senza le caratteristiche tecniche necessarie a far girare un sistema operativo completo.

Questo grazie al lavoro di ‘virtualizzazione’ di Microsoft, che replica il funzionamento del computer tramite un accesso da remoto, sfruttando la rete internet.

La compagnia aveva aperto un periodo di valutazione, cosiddetto free trial, per dare l’opportunità a chiunque di provare Windows 365. Ma la risposta è stata tale da andare oltre le aspettative. Come abbonamento singolo, saranno poi sono disponibili varie configurazioni di PC in cloud, in base a processore, memoria e spazio di archiviazione. Si va da 18 euro al mese fino agli oltre 145 euro.