Musica, è morto Dusty Hill: era il bassista degli ZZ Top

L’annuncio è stato dato dagli altri storici musicisti della rock band americana. L’artista sarebbe deceduto nel sonno

Il bassista degli ZZ Top Dusty Hill, una delle figure barbute del trio blues del Texas, è deceduto nella sua casa di Houston. Lo ha annunciato la band dal suo profilo Facebook. Hill aveva 72 anni ed era nato a Dallas. Nel loro post, il chitarrista Billy Gibbons e il batterista Frank Beard, che insieme a Hill avevano fondato il gruppo alla fine degli anni ’70, hanno affermato che l’amico è morto nel sonno.

“Sentiremo la tua mancanza, amigo”, hanno chiosato i musicisti, dando l’annuncio via social ma senza fornire la causa della morte. Ma un post del 21 luglio sul sito web della band aveva rivelato che Hill era “in un breve cambio di programma per tornare in Texas, per affrontare un problema all’anca”.

In quell’occasione la band aveva anticipato che il suo tecnico delle chitarre di lunga data, Elwood Francis, lo avrebbe rimpiazzato suonando il basso, la chitarra slide e l’armonica. E quella fu la prima volta, in oltre 50 anni di attività, che si registrò sul palco l’assenza di uno degli storici membri della rock band.

Già nel 2014 Hill si ferì a un’anca per una caduta e in quell’occasione i concerti furono posticipati di un anno. Le date dei live furono nuovamente modificate nel 2016, quando Hill si ruppe una spalla. Ma stavolta, per sua espressa richiesta, il tour continuava, in attesa di rivederlo presto sul palco, con la sua lunga barba bianca, il cappello calato in testa e gli immancabili occhiali da sole. Così non sarà.