Siti e social come un continente, ecco la mappa ‘antica’ di internet

Mappa di Internet (dal sito Halcyonmaps)

Una mappa di Internet disegnata come quelle antiche. E’ l’idea di un designer slovacco, Martin Vargic, che ha raffigurato su una mappa 3.000 siti web e servizi internet popolari come se fossero paesi e continenti.

Il designer ha dimensionato giganti tra cui Google, Facebook e Wikipedia in qualità di piccoli continenti e, di contro, nazioni e isole più piccole come Patreon, Kickstarter e GoFundMe, nel mare delle startup.

La cartografia prende in esame la classifica del traffico web di Alexa da gennaio 2020 a gennaio 2021 e comprende, oltre a portali e social network, anche i più grandi fornitori di connessioni e infrastrutture digitali, le ‘dorsali’ della rete. Vargic ha dedicato 1.000 ore alla ricerca di caratteristiche chiave di ogni singolo sito per dettagliare la mappa.

Al fianco dei siti più popolari, ha inserito anche le principali lingue che si trovano sul web, oltre alle piattaforme utilizzate quasi esclusivamente in certi luoghi, come Russia e Cina. Intorno alla mappa principale, la grafica include anche una grande quantità di informazioni supplementari, tra cui le più grandi società legate a internet, l’elenco dei principali siti bloccati nel mondo e i videogiochi più venduti di tutti i tempi. Ma anche la quota di popolazione che utilizza la rete, il costo e la velocità della banda larga e i livelli di censura di internet.

In un’intervista a Forbes, Vargic afferma che la mappa 2021 fungerà da base storica di come è internet oggi: “Nel futuro, la popolarità è destinata a cambiare e questa cartina può fornire una visualizzazione senza precedenti di come era un tempo il web”. Vargic ha pubblicato la sua prima mappa nel 2014, ispirata alle comunità online di Randall Munroe.