Orchestra Toscana riparte con pubblico, c’è Beatrice Venezi

Con l’arrivo della zona gialla, il calendario di maggio dell’Ort-Orchestra della Toscana si amplia e il Teatro Verdi riapre le porte al pubblico. Si aggiunge una nuova produzione sabato 8 maggio (ore 18) con l’Orchestra della Toscana guidata dal violino della spalla Daniele Giorgi.

Il concerto si apre con il Quartetto n.4 di Beethoven, dalla raccolta di Sei Quartetti op.18 scritti per il principe Franz Joseph Lobkowitz, che apprezzò talmente l’intera opera da garantire al compositore 600 fiorini annui oltre a svariati strumenti musicali preziosi.
A fine mese, sabato 29 maggio, altro concerto dell’Ort in presenza, con Beatrice Venezi sul podio. Il programma si apre e si chiude sulle note di Wolfgang Amadeus Mozart; prima nel famoso incipit di apertura del Don Giovanni, e poi con la Sinfonia n.39 – spesso definita ‘l’Eroica di Mozart’ per la tonalità in Mi bemolle maggiore e per la sua solennità. A intervallare la musica del genio salisburghese tocca a Luca Betti, prima parte dell’Ort e tromba solista nel Concerto per tromba e orchestra di Haydn. Composto nel 1796, questo concerto fu pensato ad hoc per il trombettista di corte Anton Weidinger, l’ideatore della tromba a chiavi, la ‘tromba organizzata’, una via di mezzo tra la tromba naturale e quella a pistoni. La comparsa di questo nuovo strumento interessò il pubblico e catturò la fantasia di molti compositori (Sussmayr, Kozeluch, Kauer, Hummel), tanto che nacquero molte pagine di buona musica per il nuovo modello di tromba. Il concerto replica il giorno successivo, domenica 30 maggio (ore 18).