Bocelli dona il plasma, ‘ho avuto il Covid’

Anche moglie e figli. Artista contribuisce allo studio Aoup Pisa

Andrea Bocelli si è recato il 26 maggio al centro prelievi dell’ospedale Cisanello di Pisa per donare il plasma ai fini dello studio, coordinato dall’Azienda ospedaliero-universitaria di Pisa, sulla cura per i malati di Covid. L’artista è stato infatti tra i casi positivi di Coronavirus come egli stesso ha svelato: la scoperta il 10 marzo scorso dopo aver fatto il tampone. Parlando con i giornalisti fuori dall’ospedale Bocelli ha spiegato di non aver avuto particolari problemi: un po’ di febbriciattola ma in pratica è stato un asintomatico. Contagiati, ha aggiunto, anche la moglie e i due figli.

In un post su Facebook Bocelli ha poi sottolineato di aver “immediatamente risposto ‘presente’ alla possibilità di donare il sangue, per lo studio sulla cura del Covid. Un piccolo gesto – ma irrinunciabile – con cui faccio la mia piccola parte”. Nello stesso post ha anche scritto di non aver “ritenuto opportuno divulgare la notizia” che era stato contagiato insieme ad alcuni familiari per “non allarmare inutilmente i miei fan, per rispetto verso coloro che hanno contratto il virus con ben altre conseguenze, ed anche per tutelare la mia famiglia”.