Da Alex Daniele, figlio di Pino a Bocelli le star in campo contro il coronavirus

Combo

Si moltiplicano le raccolte fondi per gli ospedali e gli studi scientifici sui farmaci

“Per il compleanno di papà non me la sentivo di fare un semplice post.. dovevo fare qualcosa per questa situazione, lui avrebbe fatto qualcosa.. allora ho creato questa raccolta”. Sono le parole di Alex, figlio di Pino Daniele che proprio oggi avrebbe festeggiato oltre alla festa del papà e all’onomastico anche i 65 anni. 

Per ricordarlo dopo la sua scomparsa il 4 gennaio 2015 e per testimoniare l’attenzione verso il prossimo che era di Pino ed è anche sua, Alex ha attivato una raccolta fondi caratterizzata da un indovinatissimo hashtag #jestovicinoate titolo di una  canzone incisa nel 1979 da Pino Daniele e contenuta nell’album omonimo, il secondo realizzato in studio. 

Le donazioni che arriveranno all’ente no profit Pino Daniele Trust Onlus e OPEN Onlus (Associazione Oncologia Pediatrica e Neuroblastoma) saranno devolute all’Istituto Nazionale Tumori “Fondazione Pascale” di Napoli per supportare lo studio approvato dall’Agenzia Italiana del Farmaco per valutare l’efficacia e la sicurezza del principio attivo Tocilizumab nella cura della Covid-19.

QUI IL LINK PER COLLEGARSI ALLA RACCOLTA FONDI (https://www.gofundme.com/f/r2mwq-jestovicinoateutm_source=customer&utm_medium=copy_link&utm_campaign=m_pd+share-sheet)

Oggi a Napoli è stato organizzato un flash mob dai balconi della città. Nella mattinata sono state cantate le canzoni più famose dell’artista e alle 21 al Palapartenope, sulla sua pagina Facebook, farà ascoltare una selezione di canzoni di Pino Daniele in un flash mob virtuale. 

Per far fronte all’emergenza coronavirus sono molti gli artisti scesi in campo, da Fedez e Chiara Ferragni a Vasco Rossi e Andrea Bocelli. 

A Milano ono partiti i lavori per una nuova terapia intensiva da campo dedicata all’emergenza Covid-19 all’Ospedale San Raffaele, grazie ai fondi raccolti con la campagna lanciata da Chiara Ferragni e Fedez. Il loro appello continua a coinvolgere tantissimi donatori (già oltre 191mila persone), che finora hanno versato oltre 3,8 milioni di euro.

Al ritorno da Los Angeles “sull’ultimo aereo per l’Europa”, come ha scritto in un post su Instagram, Vasco Rossi ha postato una sua foto e ha deciso di “sostenere, con una donazione, questa raccolta fondi della Fondazione S. Orsola – Malpighi di Bologna”. “I contributi – si legge ancora nel post – raccolti saranno impiegati immediatamente a sostegno del personale ospedaliero. Invito chi può e vuole contribuire a seguire le indicazioni nel sito dedicato: https://www.fondazionesantorsola.it/progetti/piu-forti-insieme/ 

Grande impegno per l’ospedale di Camerino trasformato in un Covid Hospita arriva da Andrea Bocelli e dalla moglie, Veronica Berti, vice presidente della Andrea Bocelli Foundation.

“Vogliamo essere al fianco di tutti coloro che in questo momento sono in prima linea negli ospedali a lottare per il nostro Paese – ha detto Veronica Berti all’ANSA – e sono accanto a chi ha bisogno di cure molto speciali dopo aver contratto il coronavirus”.

“Donare – aggiunge – è un senso di civiltà, fare qualcosa per gli altri è farlo a se stessi ed è con questo spirito che la Fondazione, che Andrea ha creato 9 anni fa, si muove in Italia e all’estero”. Berti ricorda che sono “20 i progetti che abbiamo e stiamo realizzando con l’aiuto di tante famiglie e aziende” e tra le opere realizzare ci sono le scuole costruite sui territori marchigiani colpiti dal sisma del 2016. “Due anni fa – racconta – abbiamo costruito la scuola secondaria di Sarnano, nel 2019, quella primaria e dell’infanzia di Muccia e poche settimane fa avevano avviato il cantiere per la nuova Accademia della musica di Camerino, lavori che in questi giorni per forza di cause maggiori abbiamo dovuto sospendere”. “Abbiamo deciso di sostenere l’ospedale di Camerino – dice ancora la vice presidente della Fondazione – perché è una città che è chiamata a vivere una nuova grande emergenza, quando ancora non era uscita da quella del sisma”.

La sfida lanciata dalla ABF è di raccogliere 100 mila euro per acquistare materiale sanitario da donare, appunto, all’ospedale. Le donazioni possono essere effettuate attraverso la piattaforma https://www.gofundme.com/f/wk67wc-abfxcamerino oppure contattando direttamente la Andrea Bocelli Foundation così da conoscere ulteriori modalità di supporto, scrivendo all’indirizzo development@andreabocellifoundation.org.

Infine la raccomandazione dell’intera famiglia Bocelli: “Rispettate le regole e restate a casa”.