Dalla gioia alla paura la musica evoca 13 emozioni

La canzone di Whitney Houston Star-Spangled Banner risveglia l’orgoglio, mentre Shape of you di Ed Sheeran dà gioia.

Careless Whispers di George Michael, invece, sprigiona accordo dopo accordo tutto il suo potere seduttivo.

Sono alcune delle 13 le emozioni chiave che la musica evoca, molte di queste già le conosciamo per esperienza diretta, che sono state mappate in un nuovo studio dei ricercatori dell’Università di Berkeley, in California.

Hanno indagato sulle risposte emotive di oltre 2.500 persone negli Stati Uniti e in Cina a migliaia di canzoni rock, folk, jazz, di musica classica, sperimentale e heavy metal, arrivando alla conclusione che l’esperienza soggettiva attraverso le culture può essere ricondotta all’interno di alcuni ambiti: il divertimento, la gioia, l’erotismo, la bellezza, il relax, la tristezza, il fantasticare,il trionfo, l’ansia, l’aver paura, il fastidio, la sfida e l’energia.

     «Si può immaginare – spiega l’autore principale dello studio, Alan Cowen – di organizzare una libreria musicale eclettica attraverso l’emozione e di catturare la combinazione di sentimenti associati a ciascuna traccia. Questo è essenzialmente ciò che la nostra ricerca ha fatto». I risultati sono pubblicati su Proceedings of National Academy of Sciences. Per lo studio, i partecipanti hanno valutato circa 40 campioni musicali basati su 28 categorie di emozioni, nonché su una scala di positività e negatività. Usando le analisi statistiche, i ricercatori sono arrivati quindi a 13 categorie complessive. Successivamente, mille persone hanno valutato oltre 300 ulteriori campioni musicali.

È emerso ad esempio che Rock the Casbah dei Clash ha dato energia, mentre Let’s Stay Together di Al Green ha evocato sensualità.

L’heavy metal è stato considerato provocatorio e, proprio come voleva il compositore, la colonna sonora di Psycho ha scatenato paura.

C’è anche una mappa interattiva in cui ci si può divertire a confrontarsi.