THIRTY SECONDS TO MARS domani al Pistoia Blues arriva la band di Jared Leto

Grande attesa domani 6 luglio per il concerto dei Thirty Seconds To Mars in scena in Piazza Duomo per il Pistoia Blues Festival

La band fondata dai fratelli Jared e Shannon Leto porterà il loro nuovo
tour europeo dopo l’uscita dell’ultimo album “America” per la prima volta in Toscana al Festival. 

Un concerto ricco di sorprese e colpi di scena quello della band statunitense: oltre allo show visivo la scaletta del concerto subisce ad ogni tappa delle variazioni toccando comunque i più grandi successi del gruppo come “A Beautiful Lie” ,“Up in the air”, “Ciity of angels” .

Come in ogni concerto alcuni fortunati fan saranno chiamati sul palco con la band: da sempre un modo per coinvolgere il loro pubblico, tratto distintivo della band che in passato a condiviso videoclip, artwork e scelte importanti della loro carriera.

I Thirty Seconds To Mars hanno pubblicato lo scorso aprile il quinto album intitolato AMERICA con il quale hanno intrapreso un tour planetario.

Dall’album sono stati estratti i singoli di successo Walk on Water e Dangerous Night, che ha raggiunto la settima posizione dell’airplay italiano e Rescue Me, che pure ha raggiunto la top10 in Italia.  

Nella settimana d’uscita, AMERICA è stato il disco internazionale più venduto in Italia grazie al debutto in seconda posizione della classifica ufficiale dei dischi più venduti nel nostro Paese.  

Thirty Seconds To Mars sono celebri nel mondo per il loro rock avveniristico, ricco di nuove sonorità e di simbolismi a cui seguono di pari passo produzioni live sempre all’avanguardia. Fortissimo l’impatto scenico del loro carismatico leader: l’attore, musicista e fondatore del gruppo Jared Leto. Un grande colpo per il festival pistoiese, una band di caratura mondiale che per la prima volta calcherà il palco di Piazza Duomo.

Thirty Seconds to Mars sono un gruppo statunitense fondato nel 1998 a Los Angeles, California, da Jared Leto e dal fratello Shannon Leto. Il genere di appartenenza della band è molto discusso: se alcune fonti definiscono il gruppo come alternative rock, altre lo inseriscono invece all’interno della terza e più recente corrente del genere di derivazione hardcore punk noto come emo.

Taluni elementi del sound della band hanno inoltre portato ad associarla al cosiddetto hard rock e al neoprogressive. « Abbiamo trovato su internet delle teorie di un professore di Harvard, riguardanti la tecnologia sempre più avanzata. Una delle sotto teorie si chiamava Thirty Seconds to Mars e noi l’abbiamo scelta perché ci sentiamo a 30 secondi da marte e secondo noi questo nome rappresenta bene la nostra musica. » (Jared e Shannon spiegano il nome della band in un’intervista a Virgin Records) Tagliandi ancora disponibili alla biglietteria di Via Roma aperta dalle 17:00.

Apertura cancelli ore 19:00. Tutte le informazioni sul sito del Festival e relativi canali social