Pupo – Firenze Santa Maria Novella

Le luci spente delle due di notte 
passa un barbone con le scarpe rotte 
la notte qui non è come a Milano 
o a Roma, pieno di casino 
fra quasi un ora arriva “La Nazione” 
un ferroviere fischia una canzone 
una signora senza suo marito 
la guardo bene, è solo un travestito. 
Firenze Santa Maria Novella sogna 
povera ancora di vergogna

sembra lo specchio della sua città 
Firenze Santa Maria Novella almeno 
mi fa sentire un po’ sereno 
e il portafoglio non mi ruberà. 
I primi pendolari la mattina 
quest’anno è forte la tua Fiorentina 
la colazione con i bomboloni 
e guai a chi parla male di Antognoni 
raggio di sole arriva il nuovo giorno 
gente che va giurandoti un ritorno 
perché a Firenze sulla mia parola 
non vedi niente in una volta sola. 
Firenze Santa Maria Novella è festa 
per lui che va, per lei che resta 
per un amore che ritornerà 
Firenze Santa Maria Novella scusa 
spero di farti una sorpresa 
quando la mia canzone sentirai. 
Firenze Santa Maria Novella sogna 
povera ancora di vergogna

sembra lo specchio della sua città 
Firenze Santa Maria Novella almeno 
mi fa sentire un po’ sereno 
e il portafoglio non mi ruberà. 
Firenze Santa Maria Novella è festa 
per lui che va, per lei che resta 
per un amore che ritornerà 
Firenze Santa Maria Novella scusa 
spero di farti una sorpresa 
quando la mia canzone sentirai