Paola Iezzi – Gli Occhi Del Perdono

Ah ahahah ahahah ahah

Sono qui, sono qui, sono io
sono io, sono quasi perfetta
mentre fuori c’è gente che aspetta l’attimo
non parlare con nessuno
non rispondere a nessuno
perché vogliono sapere
perché diavolo stai male.

Non c’è più, non c’è più, è finita
e se questa è ragione di vita
tu riprenditi, amore, dai aspetta un attimo
non può essere ogni sera
non giocarti la carriera
quanto avanti puoi andare
non puoi stare così male.

Sono gli occhi del perdono
aspetta ancora un altro giorno e non buttarli così
li hai pagati una fortuna
non fidarti di nessuno
cosa vuoi che gli altri sappiano tu dentro cos’hai
devi ancora dimostrare
tu sei un mondo da scoprire.

(Woah) Ah ahahah ahahah ahah.

Vieni su, vieni su, io ti aspetto
sono già dell’umore perfetto
ma la voglia di andarsene è di un attimo
c’è l’amore di qualcuno
sei importante per qualcuno
non ti posso trattenere
se mi dici “devo andare”.

Sono gli occhi del perdono
aspetta ancora un altro giorno
e non buttarli così
li hai pagati una fortuna
non fidarti di nessuno
cosa vuoi che gli altri sappiano tu dentro cos’hai
devi ancora dimostrare
quanto ancora puoi valere.

Sono gli occhi del perdono.
Non fidarti di nessuno.

Sono gli occhi del perdono
aspetta ancora un altro giorno, non sprecarli così
li hai pagati una fortuna
non fidarti di nessuno
cosa vuoi che gli altri sappiano tu dentro cos’hai
devi ancora dimostrare
tu sei un mondo da scoprire
hai una luce da invidiare
ma c’è una guerra da finire
se vorrai ricominciare
non parlare con nessuno
non rispondere a nessuno
perché vogliono sapere
perché diavolo stai male
sono gli occhi del perdono.