Francesco De Gregori, Al via da Roma tour estivo

“Le canzoni sono qualcosa di vivo, non si può pensare che rimangano inalterate nel tempo. Sta all’onestà dell’interprete riconoscere i cambiamenti avvenuti: io non ci sono più, non ci sono più quegli impianti, quei musicisti. Panta rei”.

Francesco De Gregori spiega così la voglia di rimettersi in gioco, di cambiare le carte in tavola ancora una volta. Stavolta la sfida è “De Gregori & Orchestra”, il tour estivo che ripropone i suoi successi in un chiave sinfonica e che debutta stasera, 11 giugno, alle Terme di Caracalla a Roma.

“A un certo punto un artista deve farsi tentare dal suono orchestrale – spiega De Gregori, poco prima di salire sul palco -. L’orchestra cambia tutto, produce timbriche e dinamiche già nascoste nelle canzoni, aumentandone le potenzialità”.

In scaletta 22 pezzi (con l’apertura strumentale di Oh, Venezia), i più adatti a compenetrarsi con la Gaga Symphony Orchestra. Assente la bandiera W L’Italia: “è molto assertiva, pugnace, con il dito puntato: non me la sento di farla ora”.