Giusy Ferreri – Come un’ora fa

Caffe’ bollente la mattina
non curerà il dolore
e certo neanche l’autostima
amaro come questa prospettiva
amaro come un bacio
a cui non segue “resta ancora”
e allora si ritorna a scuola
son troppe quelle cose
che non ho imparato ancora
e dolce come sosta
dopo un anno di fatica
dolcissimo prometto per la vita
di non amarti come prima
non consolarti come prima
desiderarti come allora
come un’ora fa
e non odiarmi come ora
non consumarmi come ora
siamo distanti piu’ di allora
la la la la
e avevo un vizio lo confesso
giocavo col tuo umore
che poi mi portavo addosso
ammesso e non concesso
abbia frainteso
un chiodo resta sempre un chiodo
anche quando è appeso
sono stati momenti
di labbra e di denti
mari di scuse
e mari di intenti
amore mio
ascolta se mi senti
promettodi non amarti come prima
non consolarti come prima
desiderarti come allora
come un’ora fa
e non odiarmi come ora
non consumarmi come ora
siamo distanti piu’ di allora
la la la la
e il peggio è arrivato alla fine
la rosa ha mostrato le spine
dal canto tuo nessuna compassione
prometto di non amarti come prima
non consolarti come prima
desiderarti come allora
come un’ora fa
e non odiarmi come ora
non consumarmi come ora
siamo distanti piu’ di allora
la la la la.

Compositori: Daniele Magro