Keith Flint, il frontman dei Prodigy si è tolto la vita

Il cantante aveva 49 anni ed è stato trovato senza vita nella sua casa in Inghilterra. La band ha rivelato su Instagram la causa della morte

Il cantante e frontman dei ProdigyKeith Flint, è morto a 49 anni. L’artista è stato trovato senza vita nella sua abitazione di Dunmow, nell’Essex, in Inghilterra. L’account ufficiale della band britannica su Instagram, gestito dal collega Liam Howlett, ha diffuso la notizia che si tratta di suicidio: “Non posso crederci, nostro fratello Keith si è tolto la vita nel weekend”, ha scritto, condividendo una foto di Keith.

IL CORDOGLIO DELLA BAND
Sul profilo Twitter è stato postato il messaggio di cordoglio della band: “È con profondo shock e tristezza che confermiamo la morte del nostro fratello e migliore amico Keith Flint. Un vero pioniere, un innovatore e una leggenda. Ci mancherà per sempre. Vi ringraziamo per il rispetto della privacy di tutti gli interessati in questo momento”. A inizio febbraio il gruppo aveva tenuto un tour in Australia e avrebbe ripreso l’attività live a maggio negli Stati Uniti.