883 – La Dura Legge Del Gol

Chi le ha inventate le fotografie
chi mi ha convinto a portar qui le mie
che poi lo sappiamo, scattan le paranoie.
Le facce nelle foto accanto a noi

entrate nelle nostre vite e poi
scappate di corsa, per non tornare mai.
Quanti in questi anni ci han deluso
quanti col sorriso dopo l’uso ci hanno buttato.

Si alza dalla sedia del bar chiuso
lentamente Cisco e all’improvviso dice:
“Voi non capite un cazzo, è un po’
come nel calcio”
E’ la dura legge del gol

fai un gran bel gioco per
se non hai difesa gli altri segnano
e poi vincono.
Loro stanno chiusi ma

alla prima opportunit
salgon subito e la buttan dentro a noi
la buttan dentro a noi.
Da queste foto io non lo direi

che di tutta ‘sta gente solo noi
siam rimasti uniti, senza fotterci mai.
Sull’amicizia e sulla lealt
ci abbiam puntato pure l’anima

per noi chi l’ha fatto, chi per noi lo far
Quanti in questi anni ci han deluso
quanti col sorriso dopo l’uso ci hanno buttato.
Si alza dalla sedia del bar chiuso

lentamente Cisco e all’improvviso dice:
“Voi non capite un cazzo, è un po’
come nel calcio”
E’ la dura legge del gol…
Il tipo con il cappellino blu

dei New York Yankees quello là sei tu
mi sa che anche al cesso te lo tenevi su.
E quella nella foto accanto a te
non è il fenomeno della tua ex?

quella che diceva: “Scegli o loro o me”.
Quante in questi anni ci han deluso
quante ci hanno preso e poi di peso
ci hanno buttato.

Si alza dalla sedia del bar chiuso
lentamente Cisco fa un sorriso e dice:
“Noi abbiam capito tutto, è un po’
come nel calcio”
E’ la dura legge del gol
gli altri segneranno per
che spettacolo quando giochiamo noi
non molliamo mai
loro stanno chiusi ma
cosa importa chi vincer
perché in fondo lo squadrone siamo noi
lo squadrone siamo noi.