883 – Non ci spezziamo

In un mondo che rotola
in un mondo che si affanna poi scivola
su una terra che è magica
che desidera la pace poi litiga
raccogliamo un bel fiore
e stacchiamogli i petali uno ad uno
che peccato… lui muore
ma almeno capiamo se al mondo ci ama qualcunoIn un mondo che luccica
che cammina più veloce poi cigola
una vita che passa
e lo sai se lo vuoi che diventa una favola
una storia che parla di un mondo felice
dove ciò che è diverso ci piace
un cordiale fanculo a chi non capisceImmagina ora che questa canzone
come una chiave apre il tuo cuore
allarga le ali, comincia a sognare
per una volta almeno non ti preoccupareImmagina ora che questa canzone
come una chiave apre il cuore delle persone
apriamo le ali, continuiamo a sognare
per una volta almeno ci lasciamo andare
ci lasciamo andareAladino e la lampada
desideri che si aggrappano all’ancora
un bambino che cresce
e vuol fare solo quel che gli riesce
un allarme che suona
come il cielo che prima ti abbaglia poi tuona
un segnale per farti capire
che ogni occasione può essere buonaIn un mondo che luccica
che cammina più veloce poi cigola
una vita che passa
e lo sai se lo vuoi che diventa una favola
una storia che parla di un mondo felice
dove ciò che è diverso ci piace
un cordiale fanculo a chi non capisceImmagina ora che questa canzone
come una chiave apre il tuo cuore
allarga le ali, comincia a sognare
per una volta almeno non ti preoccupareImmagina ora che questa canzone
come una chiave apre il cuore delle persone
apriamo le ali,
per una volta almeno ci lasciamo andare
ci lasciamo andarePer una volta almeno non ti preoccupareImmagina ora che questa canzone
come una chiave apre il cuore delle persone
apriamo le ali,
per una volta almeno ci lasciamo andare
ci lasciamo andare
ci lasciamo andare

Nonostante i professori
La matematica che ci sbatteva fuori
Esami a settembre
Estate fottuta
Lezioni su lezioni senza averla mai capita
E noi e noi e noi scena muta
A cancellare un’equazione mai riuscita
Sporchi di gesso alla lavagna
Con quella faccia di chi sembra che s’impegnaE nonostante i falsi amici
Quelli che forse sono peggio dei nemici
Quelli con cui per anni hai diviso
Tutta la vita anche l’inferno e il paradiso
Ma che un bel giorno quando hai bisogno
Ti chiudono la porta e te la sbattono sul grugno
E tu incassi colpo su colpo
Ed ogni volta tu sei morto e poi risortoAnche se certe sere quando sei solo in camera tua
Non ce la fai a dormire poi te ne freghi sia quel che siaNon ci spezziamo non ci pieghiamo
Noi continuiamo ad esser scemi così
Non ci spezziamo non ci pieghiamo
Noi nonostante tutto siam sempre quiNonostante le donne serie
Quelle per dire che ci vai persino in ferie
Quelle per cui fai qualsiasi cosa
Quelle con cui tutto sembra rosa
Che poi un bel giorno ti senti dire
“Lo sai con te non posso più stare
Perché ho bisogno di uno più stabile”
E poi le becchi in giro con un soprammobileE nonostante i sapientoni
Quelli che se ci parli son buoni
Tutte le volte a dirti “Hai sbagliato”
Tutte le volte a dirti “Hai toppato”
“Già lo sapevo, lo immaginavo
Te lo dicevo non mi sbagliavo”
E tu che incassi colpo su colpo
Ed ogni volta tu sei morto e poi risorto.Anche se certe sere quando sei solo in camera tua
Non ce la fai a dormire poi te ne freghi sia quel che sia
Non ci spezziamo non ci pieghiamo
Noi continuiamo ad esser scemi così
Non ci spezziamo non ci pieghiamo
Noi nonostante tutto siam sempre qui