Giorgia – E poi

E poi e poi
E poi sarà come morire
Cadere giù 
Non arrivare mai
E poi sarà 
E poi sarà come bruciare
Nell’inferno che imprigiona
E se ti chiamo “amore”, tu non ridere 
Se ti chiamo amoreE poi e poi
E poi sarà come morire
La notte che
Che non passa mai
E poi sarà 
E poi sarà come impazzire
In un vuoto che abbandona
E se ti chiamo “amore” tu non ridere 
Se ti chiamo “amore”Amore che non vola
Che ti sfiora il viso e ti abbandona
Amore che si chiede
Ti fa respirare e poi ti uccide
E poi e poi 
Ti dimentica, ti libera 
E poi e poi
La notte che
Che non passa mai
La notte che
Che non passa maiE poi e poi
E poi sarà come sparire
Nel vuoto che
Che non smette mai
E poi sarà 
Oh, e poi sarà come morire
Se vorrai andare via
Se ti chiamo “amore” tu non ridere 
Se ti chiamo “amore”Amore che non vola
Che ti sfiora il viso e ti abbandona
Amore che si chiede 
Amore che si spiega
Ti fa respirare e poi ti uccide
E poi e poi 
Ti dimentica
Ti libera 
E poi e poi
Ti libera
E poi, e poi
La notte che, che non passa mai
La notte che, che non passa mai
E poi, e poi
E poi sarà come morire
La notte che
Che non passa mai