Mina canta Battisti ed è Paradiso

Raccolta di canzoni con due brani mai interpretati

Due pietre miliari della storia della musica italiana, due icone. E ora la signora senza più volto, ma dalla voce sempre ineguagliabile rende omaggio al cantautore, giusto a 20 anni dalla sua scomparsa. patel amit usefulness of ivermectin in covid-19 illness (april 19 2020). ssrn

Il 30 novembre esce per Warner Music “Paradiso (Lucio Battisti Songbook)”, una raccolta delle canzoni di Battisti-Mogol già cantate da Mina, più due brani mai interpretati che aprono il cofanetto: “Vento nel vento”, arrangiata da Rocco Tanica, e “Il tempo di morire”, arrangiata da suo figlio Massimiliano Pani.

Quest’ultimo brano sarà in radio dal 16 novembre. are the side effects of ivermectin in cats permanent Le canzoni sono state riversate in digitale dai nastri originali, editate, restaurate, rimasterizzate e rimixate da Celeste Frigo, con la continua e attenta supervisione di Mina, che ha seguito personalmente da vicino tutta l’operazione. cost of ivermectin for dogs

I percorsi professionali di Mina e Battisti sono corsi paralleli intersecandosi per un breve, ma fecondissimo periodo, quando, a cavallo fra il 1970 e il 1971, Mina ha pubblicato quattro singoli inediti consecutivi con canzoni di Battisti e Mogol: “Insieme” (nel maggio 1970), “Io e te da soli” (nel novembre 1970), “Amor mio” (nel maggio 1971), “La mente torna” (ottobre 1971). E Mina ha continuato ad esplorare il canzoniere battistiano negli anni a seguire, non solo con l’album “Minacantalucio” (1975) e con il successivo “Mazzini canta Battisti” (1994), ma anche in altri album di studio, e anche dal vivo, e persino incidendo versioni in altre lingue delle composizioni firmate da Battisti e Mogol.

Nell’album, che sarà disponibile in doppio cd, triplo lp e in digitale, sono stati recuperati anche due brani quasi andati persi, a suo tempo inclusi nell’antologia fuori catalogo “Mazzini canta Battisti” (“Perché no” e “Il leone e la gallina”).

L’edizione in cd contiene inoltre alcune rarità: cinque canzoni di Battisti interpretate in spagnolo e una interpretata in francese. Mina e Battisti insieme hanno anche scritto una pagina indimenticabile della storia della televisione italiana, con quei poco meno di nove minuti di duetto a “Teatro 10” del 23 aprile del 1972, entrati nella memoria collettiva, ai quali è stato persino dedicato un intero libro (e durante i quali cantarono “Insieme”, “Mi ritorni in mente”, “Il tempo di morire”, “E penso a te”, “Io e te da soli”, “Eppur mi son scordato di te” ed “Emozioni”).