Caparezza – Jodellavitanonhocapitouncazzo

Io non faccio spettacolo, io do spettacolo come
mio nonno ubriaco nel giorno della mia comunione.

Talmente fuori di melone
che ho parenti per niente contenti di portare il mio stesso cognome

Lasciatemi la presunzione
di sentirmi letame
a volte duro, a volte liquame.

Macché voglia di fama
sono un morto di fame
macché posto a tavola
ho la ciotola come un cane

Abbaio per un paio di piatti che mendico
potrei fare il collerico però me lo dimentico.

Mi sta accanto un autentico medico, mi dice:
“Non ti rendi conto che diventi schizofrenico?”

Zitto medico,
mi costi caro,
io valgo zero

E non chiamarmi artista, ma cazzaro.
E’ chiaro? Io sono cazzaro alla radice
sono felice nella fece, dovrei piangere ed invece…

[Coro]

Sono malato ma da un lato non do fiato a vittimismi
un Mirko, con tutti i crismi
Licia kiss me

Ambisco all’Oscar, ma quello degli aforismi
dovevo farmi la doccia ma mi hanno dato un freesbee
e puzzo da schifo
bevo a sbafo
scampato al mio destino come clandestino in uno scafo.

Occhi spalancati come un gufo
costruisco tufo su tufo un futuro che mi vede ufo.

Sicuro che mi stufo
lo giuro su ogni ciuffo
dovrei suonare la tromba per quante volte sbuffo
se mi tuffo in una mia idea
mi ritrovo in apnea in una marea di diarrea
lo trovo buffo.

Io sono vivo ma non vivo perché respiro
mi sento vivo solo se sfilo la stilo e scrivo
quando sono nato non capivo
ed ora che continuo a non capire, non mi resta che

[Coro]

Rido ma piango di gusto
se vedo il bell’imbusto palestrato e lampadato al punto giusto
io che tra le ciocche c’ho il fango di Woodstock, puzzo
accumulo per ore sudore che spruzzo.

Amo le donne che sanno di merluzzo
più che soubrette da paillettes e piume di struzzo
ruzzolo in un gruzzolo di gioia
anche se l’estate non la passo nello spasso della playa.

Sono la chiavica campione in carica
ma ho la calotta cranica che scotta come roccia lavica
e nella gara di chi bara nella musica
sono in gioco con un due di picche nella manica.

L’unica certezza è che finisco male
muore Caparezza, tutti al funerale.
E’ paradossale
ma io non vengo, non ci tengo.
Mamma quanti dischi venderanno se mi spengo!

[Coro]