Limbrunire – Nudi Con Le Scarpe

Dovrebbe passar l’estate
per ricordarla meglio
e cadere una stella in agosto
per esprimere un desiderio
dovrebbe passare Marco
con la chitarra nuova
e una palla calciata da un piede a banana
sull’auto della suora
dovrebbe arrivar l’esame
la maturità
e passare al più presto per organizzare la vacanza
dovrebbe passare Ayrton
e vincere come allora
dovresti passare anche tu
come un brivido sulla schiena
riprendiamoci i tuffi
nel fiume con le scarpe
e le ragazze a fare il filo mute
e i crimini di sale
sui pedalò in mare
e fermi sulla sabbia in piena notte
i luna park
le gare sui go-kart
l’eclissi solare e poi Marta
che bella compagnia mi faceva
i salti sulle pompe di benzina
per fregar qualche luna alla sorte
mi stringevi la pancia
e gridavi vai ancor più forte
ma che voglia di baciarti
e scendere oltre
che voglia di farlo
di tuffarci
nudi con le scarpe
un cartomante ci prese da parte
tra infusi alle erbe e storie d’oriente
ingannavamo il tempo a cantare
a rimediar parole dal canzoniere di Battisti
ad incitar le fiamme di un falò nato dai libri di scuola
tua madre incazzata nera
ti venne a cercare
ma che risate a quelle botte di deficiente
un raccattapalle rimise tutto in gioco
e che fuga verso quella porta vuota
ricordi l’esultanza
che esultanza
riprendiamoci i tuffi
nudi con le scarpe
e i crimini di sale su i pedalò in mare
il mare