Apple manda in pensione il 3D Touch

I nuovi iPhone, che dovrebbero essere svelati il 12 settembre, saranno sprovvisti del 3D Touch. Stando ad alcune indiscrezioni, infatti, Apple avrebbe deciso di mandare in pensione la tecnologia – costata tempo e denaro – che permette allo schermo di riconoscere diversi livelli di intensità della pressione esercitata dalle dita.

Il 3D Touch è stato lanciato dalla compagnia di Cupertino nel 2015, come una delle caratteristiche principali dell’iPhone 6s. E ora, a distanza di tre anni, Apple potrebbe fare dietrofront.

Per l’analista Ming-Chi Kuo, la tecnologia dovrebbe mancare sull’iPhone più economico – quello con display Lcd da 6,1 pollici – che dovrebbe essere disponibile più tardi, ad ottobre.

E secondo un altro analista, Blayne Curtis di Barclays, il 3D touch dovrebbe sparire anche sugli iPhone di punta – l’X da 5,8 pollici e l’X Plus da 6,5 pollici, entrambi con display Oled – ma a partire dal 2019.