Diario di una stagista a Radio Nostalgia di Fabiana Andreozzi

“Oggi si conclude la mia esperienza in questa pazza e fantastica radio”

Un ambiente con un clima veramente frizzante e con un sottofondo musicale costante (ovviamente solo Radio Nostalgia, eh).

All’inizio non sapevo cosa aspettarmi, dato che da precedenti esperienze di stage mi ero trovata a vegetare senza che mi fossero dati né reali compiti o responsabilità (anche se non ditelo a nessuno ma il precedente tirocinio da cui non ho imparato nulla è comunque nel mio CV).

E udite, udite… di fotocopie ne ho fatte ben poche. Sfatiamo il mito che gli stagisti portano il caffè e fanno solo fotocopie… o almeno non a Radio Nostalgia.

Qui, è stato diverso. In tre mesi ho sempre avuto qualcosa da fare e finalmente mi è sembrato di mettere in pratica quello che ho studiato.

Sembra la classica frase da scolaretta ma la dico lo stesso: ho imparato un bel po’ di cose.
Ma qual è l’elemento chiave per un tirocinio ben riuscito?
LE PERSONE

Qua tutti sono sempre stati disponibili e non mi sono mai un’intrusa.

E soprattutto, non sono mai mancate le risate.

Quindi, grazie a tutti.
Ciao amici di Radio Nostalgia!
Fabiana