Danza e musica per l’accoglienza e l’integrazione sociale. Al via la Rassegna Move-Off Spring al Teatro Alfieri di Castelnuovo Berardenga

C’è grande attesa per la decima edizione della rassegna internazionale di danza contemporanea Move Off, organizzata da MOTUS in collaborazione con il Comune di Castelnuovo Berardenga, che avrà inizio Sabato 14 Aprile, per proseguire fino a Maggio, sul palco del Teatro Comunale Vittorio Alfieri di Castelnuovo con quattro eventi da non perdere, tra cui due prime nazionali.
Filo conduttore dell’edizione 2018 saranno l’immigrazione, l’accoglienza e l’integrazione tra culture che si incontrano e si influenzano a vicenda, senza per questo rinunciare alla proprie peculiarità e tradizioni.

Primo appuntamento Sabato 14 Aprile alle ore 21:30, con la Prima Nazionale di “AGES”, assolo di e con Simona Cieri, prodotto per il festival “Xtraordinary Female Solos”, che ha ottenuto grande successo a Singapore. Un assolo poetico e denso di contenuti che porta in scena il lungo, eppure breve, spazio di una vita, che lascia dietro di se’ quello che ognuno è riuscito costruire giorno dopo giorno. Una storia scritta e lasciata a chi vorrà leggerla in futuro.

A seguire “IL MIO VOLTO HA UN NOME”, spettacolo coreografato da Sara Nesti e diretto da Stefano Luci e portato in scena dai ragazzi rifugiati di COOP22 di Prato. Il lavoro nasce da un laboratorio di danza teatrale, finalizzato alla creazione di un rapporto di empatia, supporto e condivisione tra i partecipanti che ha permesso ai giovani rifugiati di esprimere, attraverso i gesti, il ricordo, il presente, la bellezza, la cultura da cui provengono.

Molto denso anche il programma degli appuntamenti successivi della Rassegna Move Off. Infatti, il 28 Aprile, sempre alle 21:30, la Compagnia MOTUS presenterà un’altra Prima Nazionale: “CHANGES”, spettacolo di danza e musica dal vivo coreografato da Simona Cieri, su musica dal vivo del musicista-compositore Francesco Petreni. CHANGES analizza i comportamenti degli adolescenti, sempre più dipendenti dalla tecnologia, che ne muta comportamenti e abitudini sociali.

A conclusione della rassegna, il 12 Maggio alle ore 21:30, la compagnia ATACAMA porterà in scena “MIGRANTI”, scritto, diretto e coreografato da Patrizia Cavola e Ivan Truol, su musiche di Epsilon Indi. Un progetto coreografico che esplora il concetto di mobilità dei flussi migratori, liberi e indotti. Se i movimenti migratori sono antichi quanto la storia dell’uomo, le motivazioni che li hanno prodotti sono molteplici: la fuga di chi si allontana dalla guerra, il viaggio obbligato di chi lascia condizioni di fame e povertà fino ai diritti umani negati. Chi pratica la danza si confronta quotidianamente con il concetto di movimento e mobilità, esplorando lo spostamento del singolo e del gruppo e ponendo lo sguardo sulla complessità che caratterizza il mondo contemporaneo. Lo spettacolo sarà replicato Domenica 13 Maggio alle ore 18:00.

Il costo del biglietto di ogni spettacolo è di € 10,00.
Per informazioni e prenotazioni 0577 286980.