Elettro funk e country, torna Justin Timberlake

Sono boschi postmoderni quelli in cui si inoltra Justin Timberlake nel nuovo album ‘Man of the Woods’, uscito oggi. Dopo aver portato il suo R&B sensuale tra suoni eterei, satinati o digitali, il cantante ex NSYNC torna dopo 4 anni con un progetto audace che lungo 16 tracce ha l’ambizione di unire funk elettronico, neo soul, pop e country.
Gli episodi più caratteristici di questa non facile fusione sono con la nuova star del country Chris Stapleton, che presta il suo falsetto in ‘Say Something’ e la sua penna per ‘The Hard Stuff’. Uno dei momenti più intimistici del disco: il titolo traduce il nome del figlio del cantante-attore americano e Jessica Biel, Silas, al quale è dedicato l’epilogo ‘Young Man’.
Un compendio tra passato e presente è quello che ci si può aspettare domenica 4 febbraio, quando Timberlake sarà protagonista dell’iconico halftime show del Super Bowl a Minneapolis. E 14 anni dopo il famigerato ‘incidente’ in cui scoprì un seno di Janet Jackson, Timberlake torna su quel palco.