Enrico Nigiotti – L’amore è

Non importa come lo so
Ma mi fa ridere quando mi guardi
Mentre parli a raffica e ti scende la neve dagli occhi
Forse un giorno ce ne andremo lì
Sopra a quell’isola da tanti soldi
Bevendo vino e birra e non importa quanto ingrassi
L’amore è tutto quello che ci pare
L’amore è avere armi senza fare male
L’amore è così stupido ma vallo poi a capire
L’amore è solo carte da scoprire
E anche quando sarà chiaro che non c’è più niente
Tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre
E anche quando avremmo troppo cose da cambiare
Tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre
Non importa come sarà
Ma il sesso resta sempre un posto fisso
Per chiuderci nell’ombra del più comodo nascondiglio
Non mi chiedere mai perché
Invece chiedimi, chiedimi tutto
Proteggimi dall’alba di un futuro che non conosco
L’amore è tutto quello che ci viene
L’amore è scarpe vecchie che non vuoi buttare
L’amore è così stupido, ma vallo poi a capire
L’amore è solo carte da scoprire
E anche quando sarà chiaro che non c’è più niente
Tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre
E anche quando avremmo troppo cose sa cambiare
Tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre
Quando me ne starò fermo mentre hai voglia di ballare
Quando tutto cambia senso e non ha senso più aspettare
Anche quando sarà chiaro che non c’è più niente
Tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre
Perché parlo di te da gennaio a dicembre
Ecco parlo di te, ah ah
Ecco parlo di te
Sì, io parlo di te
E anche quando sarà chiaro che non c’è più niente
Tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre
E anche quando avremmo troppo cose sa cambiare
Tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre
Quando me ne starò fermo mentre hai voglia di ballare
Quando tutto cambia senso e non ha senso più aspettare
E anche quando sarà chiaro che non c’è più niente
Tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre
Tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre
Tu credimi, credimi, credimi, credimi, credimi sempre