Blog Eventi

Grande successo per Gabbani nella sua Carrara

«Qui è più difficile che a Sanremo!» scherza Francesco Gabbani dal palco della CarrozzAbile davanti a una folla di almeno un migliaio di persone in visibilio nel grande parcheggio antistante l’entrata di CarraraFiere, prima di intonare a grandissima richiesta quella che è diventata ormai il mantra di tutte le radio: l’inconfondibile Occidentali’s Karma.

Un migliaio di persone accorse, in occasione dell’evento CarrozzAbile, per incontrarlo, farsi firmare il suo ultimo album “Magellano” e con la malcelata speranza di poterlo ascoltare dal vivo.

Glielo chiedono esplicitamente infatti e lui, che gioca in casa e, come dice lui stesso, indossa per giunta i colori gialloazzurri della Carrarese, non se lo fa ripetere: «Essere o dover essere il dubbio amletico…» e la gente canta con lui, i bambini aggrappati sulle spalle dei genitori che intonano a gran voce il motivo, sventolando il cd acquistato nel chioschetto sistemato vicino al palco e gli organizzatori di CarrozzAbile, dietro il palco, a ballare sull’onda dell’energia di una canzone che non perde mai la vitalità e lo smalto nonostante sia stata mandata in radio incessantemente da febbraio.

Francesco Gabbani si muove con la naturalezza di sempre e canta scendendo dal palco per salutare il pubblico a toccare le tante mani protese.

«In Italia oggi c’è il Papa, che si chiama Francesco e poi c’è Gabbani» gli dice scherzando il nostro Andrea Secci con lui sul palco, ricordando i 100 milioni di visualizzazioni del video della canzone vincitrice dell’ultimo Festival di Sanremo, girato in un monastero dell’alto Parmense dal carrarese Gabriele Lucchetti, anche lui sul palco.  E proprio adesso, ricorda ancora il cantante, sono iniziate le riprese del video del nuovo singolo “Tra le granite e le granate”, di prossima uscita: «Con produzione tutta carrarina» esclama.

L’album Magellano tocca e racconta varie sfaccettature della vita, non solo tematiche sociali, ma anche i sentimenti. Un Gabbani che si dice felice di aver partecipato alla CarrozzAbile perché rivela di sentirsi molto legato al territorio: «Mi fa piacere collegare il mio nome a eventi come questo, mi fa piacere spendermi per i diritti di persone con problematiche diverse perché è importante provare a mettersi nelle loro condizioni. Si tratta di una battaglia civile. Proviamo a metterci dalla loro parte».

 

 

Capodanno
ChargeCarRental


Francesco Gabbani a Firenze