Notizie di Musica Programmi

Perchè Sanremo è Sanremo 09-02-2017

Perché Sanremo è Sanremo con David De Filippi dal 6 all’11 Febbraio alle 16.30 su Radio Nostalgia

Sanremo, atto secondo.
La serata nella Città dei Fiori è iniziata con la sfida tra i giovani, che ha visto promossi Leonardo Lamacchia e il pratese Francesco Guasti, che torneranno a confrontarsi con i loro brani, nei prossimi giorni.

La gara vera e propria l’ha aperta Bianca Atzei, poi è stata la volta di un altro toscano, Marco Masini, già vincitore di Sanremo nel 2004 con “L’uomo volante”.

La serata è così scivolata via senza scossoni, con la copertina di Crozza e con il campione del mondo Francesco Totti, ironico ed autoironico nel suo modo di porsi. Quando legge “Sciopé” il nome dell’autore Cheope, sa di entrare nella storia come quando fece il cucchiaio a Van Der Saar, durante i rigori di Olanda-Italia, agli Europei del 2000.

E ancora poi spazio a Robbie Williams e Keanu Reeves, capaci di accontentare gli occhi delle ammiratrici e, perchè no, anche della conduttrice.

Al carrarese Francesco Gabbani è toccato il difficile compito di salire sul palco proprio dopo l’esibizione di Robbie Williams. Ma l’ha fatto con disinvoltura e con un maglione capace di portare una nota di colore in un Festival le cui canzoni sembrano brillare un po’ meno rispetto ad altre edizioni. La sua Occidentali’s Karma ha dato una sferzata di energia a Sanremo, che una scimmia sul proprio palco non l’aveva ancora vista in 67 anni di kermesse.

Stasera sarà la volta delle cover, ma anche di Tommaso Pini, altro artista toscano che gareggia nei giovani. In bocca al lupo anche a lui.



Capodanno

ChargeCarRental