De Gregori non è mai troppo tardi

“E’ una notizia che mi riempie di gioia, vorrei dire non è mai troppo tardi. Il Nobel per la letteratura assegnato a Dylan non è solo un premio al più grande scrittore di canzoni di tutti i tempi ma anche il riconoscimento definitivo che le canzoni fanno parte a pieno titolo della letteratura di oggi e possono raccontare, alla pari della scrittura, del cinema e del teatro, il mondo e le storie degli uomini”, dice Francesco De Gregori che al suo artista di riferimento da sempre ha dedicato ‘De Gregori canta Bob Dylan – Amore e furto’.
“Bob Dylan incarna l’essenza di tutto questo, nessuno come lui ha saputo mettere in musica e parole l’epica dell’esistenza, le sue contraddizioni, la sua bellezza”, ha proseguito De Gregori. Nello “sguardo alto e puro di Dylan c’è la realtà”, ha detto nel marzo scorso nel backstage dell’Atlantico di Roma, alla fine della prima tappa del suo Amore e furto Tour 2016, in cui ha proposto tra l’altro 11 canzoni del menestrello americano tradotte e reinterpretate da lui.