Notizie di Musica

Duran Duran, revival e nuove sonorità

Le ragazzine che piangevano disperate a ogni sospiro e che sognavano di sposare Simon Le Bon non ci sono più.

Hanno lasciato spazio a 40enni accompagnate da mariti e fidanzati, in vena di revival anni ’80. Perché i Duran Duran sono indissolubilmente legati a quel periodo, a quella musica, a quelle atmosfere. Anche se ora, superata la soglia dei 50 anni da un po’, dopo una carriera tra grandi successi e flop senza appello, tra addii e reunion, sono tornati a far parlare di sé.

Per quello che hanno fatto ieri, ma anche per quello che sono riusciti a fare oggi con un album, Paper Gods, che stanno portando in tour.

Dopo il primo live a Taormina, Simon Le Bon, John Taylor, Nick Rhodes e Roger Taylor hanno aperto il Postepay Sound Rock in Roma, davanti a 6 mila spettatori. In scaletta i brani di Paper Gods e – soprattutto – le hits, tante, del gruppo: Wild Boys, Notorius, The Reflex, Save a Prayer e Rio (gli ultimi due, scelti come bis), per un’ora e mezza di show, che omaggia anche David Bowie.

La band – 100 milioni di dischi venduti – si esibirà il 10 giugno a Firenze alla Visarno Arena, all’Ippodromo del Visarno alle Cascine.



Capodanno

ChargeCarRental