Altre Notizie

Arte & Beneficenza: a Palazzo Ducale l’arte generosa di Paolo Schiavocampo, dipinti e disegni per l’Opa di Montepepe

Arte e Beneficenza a Massa. Le opere di Paolo Schiavocampo in esposizione fino al 28 giugno nella bella cornice di Palazzo Ducale per sostenere le attività di ricerca dell’Ospedale Pediatrico Apuano.
Non ha mai esposto le sue opere nella provincia di Massa Carrara – lo ha fatto dagli anni 50’ ad oggi in molti paesi del mondo – ma per la sua prima personale all’ombra delle apuane il pittore e scultore palerminatano lo farà per ragione veramente speciale: raccogliere, attraverso la vendita di alcune sue opere e di una ventina di disegni, preziosi contributi da destinare alla ricerca medica e alla vita. Promossa dalla Fondazione Toscana Gabriele Monasterio e da Riccardo Fini, l’esposizione di Paolo Schiavocampo dal titolo “Paolo Schiavocampo tra energia e materia (2010-2016)” mette in mostra una raffinatissima selezione di opere rappresentata principalmente da quadri, arazzi e cementi, a fianco di una parte della parete monumentale, attualmente work in progress, che costituirà l’ultima e sua più ambiziosa “opera”. Un progetto artistico già considerato, dalla critica, un vero e proprio testamento artistico che i visitatori potranno scoprire ed ammirare in anteprima. L’ingresso è gratuito. Vernissage in programma venerdì 3 giugno alle ore 18.00. L’inaugurazione è accompagnata dalla lettura di una serie di poesie di Giovanni Schiavocampo, figlio dell’artista. Attesi per il taglio del nastro i rappresentanti delle autorità cittadine e della Fondazione Toscana Gabriele Monasterio ancora una volta motore e spinta di arte, cultura e generosità (info su www.ftgm.it). “Siamo onorati della generosità e dell’entusiasmo manifestati dal Maestro Schiavocampo che ha voluto donare il suo impegno e il suo prestigio per la nostra istituzione, vicino ma lontano dalla nostra terra. L’evento – spiega Luciano Ciucci, Direttore della Fondazione Toscana Gabriele Monasterio – che sta per prender forma non solo darà un diretto contributo alle attività cliniche e di ricerca dell’Ospedale del Cuore ma sarà di sicuro prestigio anche per la realtà locale che ospiterà un artista di fama internazionale. Un ringraziamento particolare va ad un giovane massese, Riccardo Fini, che ancora una volta e con grande generosità si è fatto primo promotore di questo evento ed a tutti coloro che si sono impegnati completamente a titolo gratuito, per dar forma a questa manifestazione. Un ringraziamento, infine, agli Enti che ancora una volta hanno dimostrato la vicinanza alla nostra struttura e l’apprezzamento per le nostre iniziative, concedendo il loro patrocinio a questo evento”

L’evento espositivo è curato da Alice Procopio. “Tele policrome intrise di immagini magmatiche, arazzi percorsi da energici sprazzi di colore, cementi recanti figurazioni dalle rarefatte fattezze: quello che ne esce fuori è un dialogo aperto tra colore e materia – spiega la curatrice, Alice Procopio – un percorso ben delineato in cui l’artista sprigiona al meglio la propria forza, simbolicamente, in maniera immediata e sintetica, si mette a nudo, mette in scena l’energia che lo ammanta e lo guida”.

Pittore oltre che scultore, Schiavocampo ha realizzato opere monumentali in molte nazioni. Esponente di punta del movimento informale del secondo dopoguerra ed autore di alcuni tra i progetti più visionari degli ultimi anni – la scultura monumentale “Una curva alle spalle del tempo” inserita nel contesto della Fiumara d’arte in Sicilia ma anche la progettazione del Parco di Hattingen nella Ruhr, le sue opere si trovano in molti musei e sedi come il Museo del Castello di Pavia, la Pinacoteca di Macerata, il Museo di Gibellina, Il museo F. De Bellis presso la California State University, il Museo di Bochum (Germania), il Banco di Sicilia e l’Azienda di Soggiorno e Turismo di Sciacca, nella sede centrale di Roma e Milano della Banca Popolare. Tra le opere pubbliche realizzate dall’artista si segnalano una piazza e interventi nel palazzo del Comune a Rapolano in provincia di Siena (1980-1985), una piazza a Gibellina (1980), la sistemazione dei giardini a Cassano d’Adda (1983), una fontana a Vada (Livorno) (1980), l’incarico per la realizzazione dell’opera della Fondazione Floriani (1993) e l’inaugurazione del Parco di Hattingen (1996). Nel 1999 ha vinto il concorso per una fontana a Sesto San Giovanni (Milano). Innumerevoli le mostre personali e collettive cui Paolo Schiavocampo ha partecipato dal 1950. “La rilevanza dell’evento, riconducibile alla caratura dell’artista ed al fatto che nella nostra provincia venga per la prima volta presentato un estratto del suo ultimo progetto – dichiara Riccardo Fini, che collabora con l’Ospedale del Cuore all’organizzazione dell’evento espositivo – riteniamo possa costituire il miglior punto di partenza per il perseguimento dell’afflato filantropico a cui la mostra intende mirare, oltre a rappresentare una testimonianza tangibile dell’affetto e della stima che lega Paolo alla nostra città”.

Informazioni
Titolo: “Paolo Schiavocampo tra energia e materia (2010-2016)”
Luogo: Palazzo Ducale, Piazza Aranci, Massa (Ms)
Orari: dalla domenica al giovedì dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 16.00 alle 19.00; dal venerdì al sabato dalle 10.30 alle 12.30 e dalle 17.00 alle 23.00.
Ingresso gratuito.
Info anche www.ftgm.it

Capodanno
ChargeCarRental


Francesco Gabbani a Firenze