This Day in Music

23 Maggio 1929: buon compleanno Paolo Poli!

“Fra i suoi molteplici volti nascosti, c’è essenzialmente quello d’un soave, ben educato e diabolico genio del male: è un lupo in pelli d’agnello, e nelle sue farse sono parodiati insieme gli agnelli e i lupi, la crudeltà efferata e la casta e savia innocenza”

Non è propiamente inerente al mondo musicale, ma è un grande artista italiano e deve essere celebrato come tale! Paolo Poli nasce a Firenze il giorno 23 maggio 1929. Dopo aver conseguito la laurea in Letteratura francese, discutendo una tesi su Henry Becque, intorno agli anni Cinquanta inizia ad affermarsi come attore teatrale. La carriera professionale vera e propria di Poli risale al 1949 quando, ventenne, partecipa ad alcune trasmissioni di Rai Firenze con macchiette, favole, canzoni e prosa: nello stesso anno inizia gli studi universitari, riuscendo, tra uno spettacolo e l’altro a dare gli esami e ottenere il titolo nell’’arco di un decennio. Tra il 1949 e il 1950 Poli si esercita anche a prestare voce a streghe, cavalieri e principesse senza fili, eroi buffi di cui è affollato il carro di Trespi del burattinaio Stac. All’impegno con le voci dei burattini si aggiungono le serate con la “Compagnia dell’’Alberello”, allora appena agli inizi. Nel 1954, a dimostrazione della crescente fama, la Compagnia dell’Alberello inaugura il teatro Goldoni, riaperto dopo quasi trent’anni.

I suoi spettacoli teatrali sono caratterizzati da una forte connotazione comica, rifacendosi alle commedie brillanti, surreali e oniriche. Recita spesso travestito.

{youtube}69zt64YPbps{/youtube}

Commenta

Click here to post a comment



Capodanno

ChargeCarRental