This Day in Music

20 Aprile 1984: Vasco Rossi in arresto

“… sensazioni sensazioni sensazioni, sempre più forti! Non importa se la vita sarà breve, vogliamo godere! godere! godere!” (Sensazioni forti, 1980)

Nel 1984, esce la prima raccolta live di Vasco: “Va bene, va bene così”, che resterà in classifica 33 settimane di cui 8 al primo posto. Ma il 20 aprile dello stesso anno, il rocker viene fermato in una discoteca nei pressi di Bologna e arrestato.

Dopo una perquisizione in un casolare di Casalecchio, dove abita insieme ad altri componenti della sua band, Vasco Rossi consegna spontaneamente 26 grammi di cocaina ai carabinieri. Trascorre 22 giorni in prigione a Pesaro, con l’accusa di detenzione di cocaina e spaccio non a scopo di lucro.

Nei giorni di detenzione riesce a liberarsi dalle anfetamine, nonostante la sua situazione psicofisica rimanga piuttosto precaria. Soltanto Fabrizio De André e Dori Ghezzi danno pieno sostegno al cantante, ando anche a visitarlo in carcere. Il 12 maggio Rossi ottiene la libertà provvisoria. Il processo lo scagiona dall’accusa di spaccio, ma lo condanna a due anni e otto mesi con la condizionale, per detenzione di sostanze stupefacenti.

{youtube}DhyGQ48ZwxA{/youtube}

Commenta

Click here to post a comment

Capodanno
ChargeCarRental


Francesco Gabbani a Firenze