Notizie di Musica

La madre di Michael Jackson condannata a pagare 800mila dollari di spese legali

La madre di Michael Jackson è stato condannata da un tribunale degli Stati Uniti a risarcire 800.000 dollari di spese legali all’AEG Live, dopo il fallimento della causa per negligenza intentata dalla donna contro la società che stava organizzando il tour del figlio al momento della sua morte nel 2009. Il tour promoter è stato assolto da qualunque responsabilità nel decesso di Jacko dopo un processo di cinque mesi nello scorso ottobre.

AEG Live aveva chiesto 1,2 milioni di dollari per coprire i costi sostenuti per la difesa, ma gli avvocati di Katherine Jackson avevavo giudicato ingiustificata la cifra. Entrambe le parti hanno convenuto di non impugnare la decisione del giudice sugli 800.000 dollari ma potranno eventualmente presentare ricorso. L’importo esatto da pagare dovrebbe essere definito dopo che AEG Live presenterà un elenco dettagliato dei costi sostenuti. Solo allora l’avvocato della madre Jackson deciderà sul ricorso.

La famiglia Jackson aveva citato in giudizio l’azienda nel 2010, sostenendo che c’era stata negligenza da parte del promoter nell’assumere il cardiologo Conrad Murray, che aveva dato al cantante una dose letale di anestetico come un aiuto contro l’insonnia, e nel supervisionare il suo lavoro. Ma la giuria ha concluso che il dottore non era né inadatto né incompetente a fare il suo lavoro e dunque Aeg Live non era stata negligente nell’assumerlo. Murray – che è stato condannato per omicidio colposo per la somministrazione del farmaco – è uscito dal carcere nell’ottobre scorso.

Commenta

Click here to post a comment



Capodanno

ChargeCarRental