Notizie di Musica

Gino Paoli, i talent show bruciano carriere

“Non amo i talent show perche’ buttano li’ chi ha voglia di fare qualcosa, se funziona bene, se no arrivederci e grazie. Lucio Dalla, che ha iniziato a cantare perche’ l’ho costretto io, ha fatto sette dischi prima di avere successo, oggi se Dalla facesse un talent show gli direbbero arrivederci e grazie”. Cosi’ Gino Paoli, trasformatosi da cantautore a docente, critica i numerosi spettacoli di talenti in televisione durante una lezione all’Universita’ di Genova nell’ambito del corso di Economia dell’Industria Culturale dell’ex senatore e professore Enrico Musso. “I talent show bruciano carriere, fanno la disgrazia di un poveraccio e chiuso. Non si fa cosi’. Per fortuna c’e’ ancora qualcuno, pochi, che hanno il coraggio di puntare su un giovane di talento – sottolinea Paoli -. Per scoprire un autore, un cantante nuovo, che abbia davvero delle novita’ dentro, serve qualcuno che ci creda, serve del tempo”.

Commenta

Click here to post a comment

Capodanno
ChargeCarRental


Francesco Gabbani a Firenze