This Day in Music

10 Aprile 1946: auguri a Caterina Caselli

Il 10 aprile 1946 nasce Caterina Caselli;

dopo il matrimonio con Piero Sugar, diventa una figura-chiave della discografia italiana e si afferma come grande talent scout.

Ma il colpo di fortuna arriva nel 1966, quando Celentano si presenta al “XVI Festival della Canzone Italiana” con Il ragazzo della Via Gluck, scartando il brano Nessuno mi può giudicare, già confezionato per lui e che viene affidato alla giovane cantante modenese, che lo canterà in coppia con Gene Pitney. È in quell’occasione che Caterina Caselli si presenta con un’acconciatura bionda a caschetto meritandosi il soprannome “casco d’oro” che l’accompagnerà per tutta la carriera. Il taglio a caschetto era un omaggio alla moda dilagante del taglio di capelli in stile Beatles.

Il Festival viene vinto da Domenico Modugno e da Gigliola Cinquetti con “Dio, come ti amo”, ma le maggiori vendite di dischi verranno fatte registrare proprio da Celentano e Caterina, con più di un milione di copie, mentre la canzone vincitrice si ferma a 300.000 copie. “Nessuno mi può giudicare” resta al primo posto della classifica per 9 settimane consecutive. In Spagna diventa “Ninguno me puede juzgar”.

{youtube}R8XAHNbyWIs{/youtube}

Commenta

Click here to post a comment

Capodanno
ChargeCarRental


Francesco Gabbani a Firenze