Diaframma – La Mia Vita Con Una Dea

Di giorno provo da ingegnere
Ma di notte ti vengo a cercare
Lasciando quel che resta dietro me
– Regina dei miei giorni, dea!
Come anelo le tue braccia su di me –
La strada dei miei sogni
In qualche modo la voglio cullare
Con lunghi, lunghi giorni
Accanto a te
Ma non e’ non e’ non e’
Che un adorabile agguato
Teso a me…
Lo accetti un sacrificio, dea
Un mare di nuove possibilita’
Lo accetti un sacrificio, dea
Ci pensi alla vita come sara’…
Ma un sacrificio non e’
Passare la notte depresso e ubriaco di te
Ma un sacrificio tu certo non sei
Ma e’ nella pelle che brucia
Quanto ti vorrei
Io amo i suoi pensieri
I desideri di ogni giorno che passa
Il suo sorriso fresco su di me
Troviamoci sui tetti, dea
A far di nuovo progetti di come sara’
La vita fatta insieme e poi
Sei tu che l’ami e non la vuoi piu’ scordare
Ogni giorni mi abbandoni
Per ogni giorno che mi torni a cercare
E vivo quest’attesa pensando
Che questa curva impazzita
Mai retta sara’
Ma un sacrificio non e’
Passare la notte depresso e ubriaco di te
Ma un sacrificio tu certo non sei
Ma e’ nella pelle che brucia
Quanto ti vorrei