This Day in Music

1 Giugno 1963: buon compleanno Alan Wilder!

today31 Maggio 2014

Sfondo
share close

Il primo di Giugno del 1963 nasce Alan Wilder tastierista e cantante dei Depeche Mode.

Alan Wilder è cresciuto in una famiglia medio-borghese, imparando a suonare il piano a 7 anni; in seguito anche il flauto. Dopo la dipartita dal gruppo di Vince Clarke nel 1981, i Depeche Mode lasciarono un annuncio sul giornale specialistico “Melody Maker”, abbastanza curioso per una band che aveva ottenuto già un discreto successo internazionale: “Cercasi tastierista per un complesso consolidato – astenersi perditempo.” Fu l’occasione giusta e vincente per Alan Wilder. I Depeche Mode si sono affermati sulla scena synth-pop inglese agli inizi degli anni ottanta,e poi la loro fama si è protratta ed accresciuta negli anni.

Attraverso una proficua carriera trentennale, hanno abbracciato più di un genere musicale, con larghe concessioni al pop rock e alla New wave, specie nella seconda fase, e una massiccia incursione nella dance alternativa, fino a diventare il gruppo synth-pop di maggior successo nella storia della musica elettronica, ed una delle band più influenti degli ultimi trent’anni. La nota rivista musicale britannica “Q”, li ha definiti “la band elettronica più popolare e longeva che il mondo abbia mai conosciuto”, e “Rolling Stone” li considera “la quintessenza della musica elettronica degli anni 80”. I Depeche Mode hanno venduto complessivamente circa 100 milioni di album in tutto il mondo.

{youtube}snILjFUkk_A{youtube}

Scritto da: Andrea Secci

Rate it

Articolo precedente

Notizie di Musica

All’asta disegni e manoscritti Lennon

I disegni e i manoscritti privati di John Lennon saranno messi per la prima volta all'asta. La vendita 'You Might Well Arsk' si terrà da Sotheby's New York il prossimo 4 giugno e presenterà una serie di lavori che rivelano lo straordinario talento artistico dell'ex Beatles. Tra le opere in vendita i disegni autografati e i manoscritti realizzati da lui stesso per i libri 'In His Own Write' (1964) e […]

today30 Maggio 2014

Commenti post (0)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *


0%