Notizie di Musica

L’Odissea secondo Vinicio Capossela. Il cantautore e scrittore si misura col poema omerico, Estate Fiesolana 2017

Sarà Vinicio Capossela a salire sul palco del Teatro Romano di Fiesole, giovedì 6 luglio alle ore 20,45, nell’ambito di “Odissea – un racconto mediterraneo”, progetto teatrale itinerante di Sergio Maifredi che vede nomi noti della cultura e dello spettacolo misurarsi con uno dei classici senza tempo della letteratura.

Un pilastro dell’epica greca nelle mani di un cantore che ama mettere la sua anima moderna dentro le tradizioni, con un rispetto che non diventa mai soggezione.

“Perdere il ritorno” è il titolo scelto dal cantautore e scrittore per lo spettacolo, una conversazione con brani tratti dall’Odissea da lui scelti. Il tema del ritorno e del superamento del ritorno è spesso al centro dell’opera di Vinicio Capossela soprattutto nel disco “Marinai, profeti e balene”, che per buona metà è costituito da episodi dell’Odissea omerica.

In particolare il canto delle sirene, la sospensione del tempo in Calipso, l’andare oltre la misura nell’episodio dell’ubriacatura del ciclope, il canto dell’aedo, il tema dell’attesa e della separazione, la discesa fra i morti e l’interrogazione del divino Tiresia, l’Ulisse dantesco che va oltre il ritorno. Il tema di Itaca.

Dal 2009 “Odissea – un racconto mediterraneo” inchioda migliaia di spettatori ai sedili di pietra dei teatri antichi e di velluto rosso: “E’ un progetto permanente – spiega Sergio Maifredi – un percorso da costruire canto dopo canto scegliendo come compagni di viaggio i grandi cantori del teatro contemporaneo e quegli artisti che sappiano comunicare in modo estremamente diretto, non con la protezione del ‘buio in sala’ ma guardando negli occhi il proprio pubblico, non proteggendosi dietro gli schermi delle belle luci o di una bella musica di sottofondo ma affrontando a mani nude la parola”.