Notizie di Musica

WMA2017 Boato per Gabbani e Ramazzotti

Ieri sera, si è tenuta a Verona la prima serata dei Wind Music Awards 2017 in diretta dall’Arena in onda su Rai 1. La serata condotta da Carlo Conti e Vanessa Incontrada ha avuto punti di forza, ma anche qualche problema, dettato soprattutto dalle condizioni atmosferiche avverse, gli spettatori giunti a Verona per le 17.00 come richiesto dalla produzione Rai sono rimasti sotto la pioggia battente per più di 2 ore.

Ma scopriamo insieme i quattro momento top della serata:

Francesco Gabbani: il vincitore del Festival di Sanremo 2017 si è presentato sul palco ed è bastato questo per scatenare il pubblico dell’Arena di Verona. Tutti in piedi per ballare e cantare “Occidentali’s Karma” senza differenze di età…cantavano davvero tutti e in molti hanno ballato tutta la canzone imitando il video ufficiale del cantante. Inutile sottolineare il vero e proprio boato al momento di “Namastè…Alè!”

Eros Ramazzotti: si è presentato all’Arena per ricevere un premio speciale, ovvero il premio della SIAE, ma oltre a questo ha incantato il pubblico dell’Arena con l’esecuzione di “Più bella cosa”. Partito con la bellissima “Sei un pensiero speciale”, magari nota ai veri fan del cantante, ma non a tutto il pubblico, ha emozionato davvero tutti sulle note di “Più bella cosa”, uno dei successi storici che chiunque ha cantato. Eros prima di lasciare il palco dell’Arena saluta la moglie Marica.

Alessandra Amoroso:
un’esibizione energica e piena di vita quella della cantante salentina che ha cantato e ballato la sua “Comunque andare” regalando un momento di movimento e colore al pubblico. Al termine del brano, tra i numerosi premi ricevuti e l’affetto dei presenti all’Arena che intonano in coro “Vivere a colori”, la Amoroso non riesce a trattenere le lacrime e confessa “Io sono così, o piango o rido, una via di mezzo non c’è”.

Il Volo:
ovazione all’Arena per l’arrivo di Ignazio, Piero e Gianluca sul palco dei Wind Music Awards 2017 per ritirare il premio per la loro “Notte Magica”. “Nessun Dorma” eseguita nella splendida cornice dell’Arena di Verona è veramente un’emozione unica.