Notizie di Musica

Fabri Fibra, cattivo del rap fa 40 anni

Fabri Fibra, il ragazzo cattivo dell’hip hop italiano, spegne 40 candeline, mentre è al lavoro in studio su un nuovo album, l’ottavo della sua carriera solista, che ancora non ha un titolo né una data di uscita.
“Sono l’artista più in contrapposizione con la cultura dominante”, è una delle definizioni che ha dato di se stesso, in passato, il rapper marchigiano, all’anagrafe Fabrizio Tarducci, nato a Senigallia il 17 ottobre 1976. Gli altri, invece, lo hanno spesso etichettato come blasfemo, omofobo, misogino o maschilista sessista, accuse che nel 2013 hanno portato alla sua esclusione dal cast del Concertone del Primo Maggio in piazza San Giovanni a Roma.
Sempre contro tutto e contro tutti. Ma Fabri Fibra, fratello maggiore di Nesli, ha continuato a tirare dritto per la sua strada, sfornando album che, già a partire dal primo Turbe Giovanili nel 2002, hanno fotografato a colpi di rime crude l’Italia e gli italiani.