Altre Notizie

Editoria: In libreria “Puntazza”, Simone Innocenti alla libreria Ninna di Pietrasanta

C’è un pezzo della sua Versilia nei suoi racconti. Arriva in libreria “Puntazza” (L’Erudita) la raccolta di racconti del cronista Simone Innocenti. Vecchia conoscenza della Versilia che ha amato e frequentato per anni, soprattutto in estate, inseguendo le notizie per “Il Giornale della Toscana” prima di approdare al desk del “Corriere Fiorentino”, la raccolta di Innocenti parla di suore assassine, appassionati di tirwatching, trafficanti di animali, improbabili ladri di gratta e vinci, eredità inaspettate. Ma c’è anche la vicenda di un dramma umano ambientato in Versilia (appunto) o a Milano, che fa da sfondo a una storia omosessuale. “Personaggi duri, spigolosi quanto sgangherati, tutti carichi di quegli aspetti dell’umanità che riescono a renderli malinconici e al tempo stesso insopportabili”, ha scritto Angelo Marenzana nel presentare il volume.
Cronista impegnato soprattutto sulla nera e la giudiziari, Innocenti usa toni ora cattivi ora delicati per dipanare le otto storie soltanto apparentemente slegate tra di loro ma che invece hanno un minimo comun denominatore, quello di un’umanità perennemente in bilico che lotta contro un destino talmente labile da diventare divertimento. “Nerista”, appassionato d’arte e letteratura, Innocenti ha diffuso il 16 gennaio 2012 in anteprima mondiale il file audio “Vada a bordo, cazzo”. Le indimenticabili parole pronunciate dal capitano De Falco a seguito del naufragio della Concordia hanno valso al novello scrittore il soprannome di “affondatore di Schettino”. Il libro, presentato anche al Salone del Libro di Torino, sarà presentato a Pietrasanta alla libreria Ninna il prossimo 10 giugno, alle ore 18.00, alla presenza dell’autore e di Giampaolo Simi.