Notizie di Musica

Record Store Day, il 16 aprile si festeggia con 370 titoli

Accanto alle pubblicazioni discografiche, ben trecentosettanta i titoli ad oggi confermati da major e distributori italiani, sono numerose anche le iniziative per festeggiare la giornata dedicata ai negozi di dischi indipendenti.

Direttamente da Boston, a Roma da Radiation arriverà Menic (Voodoo Rhythm Records), artista bluegrass dal piglio garage punk che si esibirà in un live acustico, mentre i clienti potranno comprare Lexicon Devil + 3, un 45 giri picture disc dei Germs. Hellnation propone il duo rock’n’roll acustico Suicide, una mostra di poster Fake Paintings curata da Daniela Petroni (Motorama/Plutonium Baby), il nuovo album in cassetta dei 666 Perché in fondo lo squallore siamo noi e la compilation Kick Off, con gli inni calcistici inglesi in versione glam rock. Discoteca Laziale invece dedica addirittura un intero reparto del negozio all’esposizione dei vinili con i titoli più importanti in uscita per l’occasione e la colonna sonora affidata a una serie di dj’s clienti, tra i più affezionati dello storico negozio capitolino, che si alterneranno alla consolle speciale allestita per la giornata.

A Milano, da Vinile protagonista sarà la black music di Bassi Maestro, tra i fuoriclasse della scena hip hop nazionale, in consolle insieme a Fabrizio Fiore, DJ Pandaj, Noko e dalle 22:00 Alex Puddu (Schema Records). Da Psycho invece lo shoegaze dei Mystic Morning, il rock dei Moonstruck e dei Nero, la cantautrice Erica Romeo e l’electro di DaEDAL, mentre VinylBrokers ospiterà Mokambo Brothers, Luca Moplen e Marco Augeri, fra gli altri. Lo storico Buscemi Dischi lancia un’iniziativa per Like A Virgin & Other Disco di Madonna, con la collaborazione del Fan Club Italiano dell’artista e Fannabee Go. Il nuovo negozio Reverend Shop, nato all’interno di Santeria Social Club, rilancia con Stefano Ghittoni (The Dining Rooms), Diego Montinaro, Turbojazz, Uabos e il dj Bruno Bolla, che festeggia trentanni di gloriosa carriera. Cinque rappresentanti del mondo musicale milanese alle prese con una “guida all’ascolto” di cinque dischi preferiti, raccontando la smisurata passione per il vinile.

Poco distante dal capoluogo lombardo, a Gallarate (Varese) da Carù, una roccaforte osannata anche dai media internazionali, si esibiranno il fisarmonicista Radoslav Lorkovic, il chitarrista country Andrew Hardin, già partner di Tom Russell, il folk di Charlie Cinelli e ancora Andrea Parodi, The Orphan Brigade, Sulutumana e Angelo Leadbelly Rossi Trio.

A Bologna, da Semm i dj set iniziano già dal mattino con Pasquale Pezzillo (Joycut), Jonathan Clancy (His Clancyness, Maple Death Records), Francesco Gallea, Alberto Ronchi, Gianmarco Silvi e Lorenzo Montana, con la diretta su Radio Città del Capo dalle 18.00. Nel nuovo negozio L’Archivio invece la giornata scorrerà tra una lezione di sampling di DJ Cream, parte della crew Homequest e artista della Robsoul Jazz, la stessa label di Jackie che si esibirà con un dj set dopo DLQ Soundsystem.

In provincia di Ravenna, alla Casa del Disco di Faenza, la festa del Record Store Day si tinge di bianco, lo stesso colore del vinile Houdini del cantautore riminese Giuseppe Righini, presente con un live acustico e di alcuni abiti di David Bowie, pezzi da collezione raccolti negli anni da due irriducibili fan.

A Como da Alta Fedeltà ci sarà Alberto Styloo, tra i pionieri dell’Italo Dance, con il nuovo disco Peach, un lavoro che si muove su territori vicini alla new wave più colta, mentre Le Disque di Verona si trasformerà in un piccolo club con i dj resident di realtà come Veniceberg, Qloom, Dude Club, Soho, Crispy, The Lift Combo Combs e Roots.

A Firenze da Danex sarà di casa Manu, il patron della Archeo Recordings, label specializzata in ristampe di rarità italiane, con i dj set di Zak, Luca Effe e Guido Caselli, collezionisti tra i più esperti in città, mentre a Biella da Cigna Dischi la musica sarà diffusa dai dj’s di Haus Radio, oppure durerà sino a tarda notte come da disClan di Salerno, con un live acustico di Quelle 2 e una dj rotation con Paolo Caravano, Tonico 70, Joe & Frank e una consolle per dj allestita in vetrina, aperta a tutti i clienti, che da più di cinquantanni restano fedeli al negozio campano.

Stessa età per Disco Club, aperto nel 1965 a Genova e mecca del rock cittadino. Dalle 16.30 si esibiranno Antonio Clemente con i brani in anteprima del nuovo album, il bluesman Paolo Bonfanti che presenterà l’edizione in vinile di Back Home Alive e gli Snake Oil Ltd con estratti dal loro ultimo Back From Tijuana. Per festeggiare la giornata anche attraverso i proprio canali social, il negozio ha Ianciato un’iniziativa ‘dal basso’ per la creazione di una t-shirt personalizzata con l’immagine del proprio disco preferito. L’album più votato è stato London Calling dei Clash, la cui t-shirt esclusiva sarà disponibile solo nel negozio di Via San Vincenzo. Rimanendo nel capoluogo ligure e a pochi metri da quelle vetrine, i fanatici della dance troveranno Diskotic completamente rinnovato. Un nuovo negozio che inaugura proprio sabato con un cocktail, mostrando una serie di apparecchiature innovative a servizio dell’arte del djing, con la musica dei dj set di Paolo Kighine, Onirika e Alex Varini, fra gli altri.

L’Associazione Culturale Vinylistic, di base a Parma, allarga il suo raggio d’azione sino a Cremona e inizia a celebrare la giornata già dal venerdì spingendosi anche in alcuni club delle due città. SI segnalano i dj set di Andrea Gabbi e Carlo Maffini nello storico negozio parmigiano Music Mille e il sito Vinylistic.it per informazioni sulle altre iniziative in zona.

A Palermo, da Rizzo Manufacture Studio con il supporto di Indigo e Vinyl Corner si potrà comprare Sleeping Beauty, il nuovo album di Persian Pelican, nato dalla sinergia tra Malintenti Dischi, Trovarobato e Bomba Dischi, e assistere ai live di Utveggi, The Smuggler Brothers e dj set di Sound Butik e Donato Di Trapani, il tutto trasmesso online da Radio Monterosso.

Tra gli eventi collaterali si segnalano Record Store Day Pop Up tra gli stand del Roma Vinyl Village e all’interno della Città dell’Altra Economia, curata da Strawboscopic e Lady Sometimes Records con mini live e dj set, mentre Von Holden Studio e Direct Cut a Palermo inaugurano la mostra dedicata a Infinite Greyscale, in cartellone sino al 30, l’innovativa label di Dusseldorf che ha nel suo roster anche Holly Herndon, con produzioni in vinile che racchiudono momenti di sperimentazione tra sound art e musica elettronica, dalla forte identità visiva grazie a serigrafie e collage digitali.

Radio Capital inoltre, radio ufficiale del Record Store Day e media partner insieme a Repubblica.it, nella giornata di sabato 16 dedicherà l’intera programmazione all’iniziativa. Ogni ora saranno in onda i promo dedicati ai negozi che hanno aderito alla manifestazione e insieme a Luca

De Gennaro, Massimo Oldani, Fabio Arboit, Laura Gramuglia e Gigi Ariemma, i proprietari dei negozi di dischi avranno la possibilità di raccontare come festeggeranno questo evento speciale, mentre gli ascoltatori più attenti potranno vincere alcuni dischi del Record Store Day.