Notizie di Musica

Sanremo, Miele-Gabbani come a Miss Universo: “Passa lei, anzi no…”

Primo vero caso a Sanremo durante la terza serata.
Si affrontano le nuove proposte: Miele contro Francesco Gabbani. I due si esibiscono, poi la sala stampa è chiamata a dare la propria preferenza, esattamente come la gente da casa. Giornalisti e pubblico pesano al 50% sull’esito del voto. Ma stavolta, per la prima volta, il cosiddetto “votatore” fornito agli inviati al Festival non funziona. Nella sala stampa si scatena l’inferno. Il televoto viene chiuso e poco dopo Carlo Conti annuncia che a passare il turno è… “Miele! Con il 53% dei voti”. Ma il problema c’è e va risolto.

I giornalisti sono agitatissimi, i responsabili della votazione sudano freddo, a partire da Carlo Pagnoncelli, presidente dell’Ipsos. Dopo circa un’ora, durante una pausa pubblicitaria, la sala stampa è chiamata a votare di nuovo. Suspence… E dopo un’altra ora, poco prima delle 23, Conti si presenta al pubblico spiegando quanto accaduto e annuncia che il vincitore della sfida, con il 51% dei voti, è Francesco Gabbani. “Ci scusiamo, è stato un problema tecnico. Facciamo un applauso per Miele, cercheremo di far cantare comunque Miele domani sera”. In effetti per lei, festeggiare e poi sapere che era tutto uno sbaglio, non dev’essere stato facile… Era successo qualcosa di simile quest’anno a Miss Universo: come dire, capita, su, non esageriamo. Di certo quelli del Festival sono stati bravi a non trascurare la cosa e pretendere che tutto fosse fatto nel massimo della correttezza.

Per la gioia dello scatenato e bravissimo Francesco Gabbani, il nostro Francesco.